LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Capitale della cultura, Ercolano ci riprova. E stavolta punta sul museo a cielo aperto
Simona Brandolini
Corriere del Mezzogiorno 11/1/2017

Il sindaco Buonajuto: Investiamo nel sapere e vogliamo vincere questa sfida per il nostro futuro

NAPOLI. Ercolano ci riprova. Il 31 gennaio si sapr se il comune vesuviano sar capitale italiana della cultura 2018. Ma intanto ieri la delegazione cittadina ha dovuto rispondere ad unora e mezza di domande da parte della commissione ministeriale. Un vero e proprio esame: trenta minuti di discussione, unora di domande, video, slide.

Ovviamente il progetto completamente cambiato. Mentre la prima versione, quella bocciata, puntava su una sorta di rivincita sociale attraverso la cultura, ora la rotta completamente diversa.

Siamo una comunit fortunata che ha ereditato bellezze incredibili. Siamo unamministrazione che investe in cultura e che ha cercato di dare vita alla propria storia ha detto il sindaco Ciro Buonajuto . Vogliamo grazie alla vittoria di questa sfida scrivere il futuro che deve essere di benessere permanente, un futuro di riscatto, intorno alla cultura e al turismo. Possiamo raggiungere questo obiettivo soltanto creando un sistema turistico e culturale omogeneo che comprenda tutti gli attrattori. Vogliamo che la nostra citt possa essere conosciuta e ricordata soltanto per la sua bellezza e non per gli aspetti negativi che negli anni lhanno caratterizzata.

In sostanza Ercolano ha presentato il progetto del pi grande museo a cielo aperto dItalia. Ovvero mettere a sistema le 121 ville vesuviane, il Palazzo Reale di Portici, gli Scavi di Ercolano, il Vesuvio, le chiese tra le quali la basilica di Pugliano (la pi antica dellarea vesuviana), il Mav e il museo allaperto del Vintage (meglio noto come le pezze di Pugliano). Ovviamente un focus particolare riguarda gli Scavi: nel 2016 sono ripresi i lavori voluti da Packard (magnate che finanzia il parco archeologico) per unire la citt antica con la nuova, attraverso una strada e una piazza adiacente alla Villa dei Papiri.

Lambizione del progetto quella di partire da quanto ereditato ancora il sindaco , dalla bellezza del nostro territorio, dal presente e dal futuro. Vincere significa regalare una speranza di riscatto ad un territorio che ha il 70 per cento di disoccupazione giovanile ed stato condizionato dalla presenza della camorra. Significa cambiare radicalmente. Per il progetto si punta ovviamente ad una sinergia con i comuni di Portici, San Giorgio a Cremano, Torre del Greco e con gli enti che gestiscono i siti. Non c dubbio che lamministrazione particolarmente tenace nel proporsi per la seconda volta. E se la dovr vedere con Alghero, Aquileia, Comacchio, Erice, Montebelluna, Palermo, Recanati, Settimo torinese e Trento. In totale dieci citt finaliste per il titolo di Capitale italiana della cultura per il 2018 scelte allunanimit dalla giuria presieduta da Stefano Baia Curioni tra le 21 citt partecipanti. Alla vincitrice verr assegnato un contributo di 1 milione di euro e lesclusione delle risorse investite nella realizzazione del progetto dal vincolo del patto di stabilit.

Appuntamento il 31 gennaio per la proclamazione. Il nostro futuro questo: cultura e turismo, c poco da girarci intorno. Per farlo serve anche unopportunit come questa, parola di sindaco.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news