LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

In vendita i tesori di Richard Ginori Gucci si chiama fuori
Antonio Passanese
Corriere fiorentino 11/1/2017

Gucci: noi non partecipiamo. Il sindaco di Sesto: pronti a sostenere ogni iniziativa

SESTO. Modelli in gesso, cromolitografie su pietra, arredi, lastre in rame incise, impronte in zolfo per cammei e perfino gli Archivi storici della Manifattura: pezzi unici e pregiati, per decenni custoditi nel museo della Richard Ginori di viale Pratese, e che dal 22 febbraio prossimo potrebbero finire nellabitazione di qualche milionario o in altri musei italiani. Gi, perch il giudice fallimentare del Tribunale di Firenze, Rosa Sevarolo, ha stabilito data e ora (le 12) dellasta giudiziaria in cui verranno venduti in blocco sia lo stabile che dagli anni Cinquanta ospitala collezione che il suo contenuto, fatto di prove, prototipi e opere darte accumulate in oltre 200 ani di storia.

Si parte da una base di 4.334.700 a cui si potr aggiungere un rialzo minimo di 15.000 euro. I beni riportato nellatto in cui il giudice dispone lasta giudiziaria sono di propriet della societ Museo Richard Ginori in liquidazione volontaria e del fallimento Richard Ginori ma sono posti in vendita inscindibilmente tra loro insieme allimmobile. La notizia, come era prevedibile, in citt ha sollevato un vespaio di polemiche perch in molti temono che nonostante le petizioni, le prese di posizione da parte di personaggi della cultura, e gli appelli, il museo Richard Ginori possa essere smembrato o, nellipotesi pi catastrofica, lasciare Sesto.

Intanto, dal fallimento del 2013 quella galleria piena di manufatti che si trova a poche decine di metri dallo stabilimento di viale Giulio Cesare in completo stato di abbandono, con infiltrazioni, muffe, calcinacci ovunque e sudicio. Il giudice fallimentare, nel fissare lasta, ha comunque precisato che sulla vendita avranno una prelazione lo Stato e lattuale proprietaria del marchio di porcellane, la Gucci Richard Ginori. Proprio la Grg, ieri, ha fatto sapere che non parteciper allacquisto ma che in caso di riapertura del Museo Richard Ginori, il gruppo Kering conferma il proprio interesse a collaborare con tutti gli attori coinvolti, fermo restando la necessit di un impegno delle istituzioni per la sua acquisizione. E lo Stato? Il soprintendente Pessina prima di esprimersi preferisce parlarne direttamente con il ministero dei Beni culturali e attendere il prezzo definitivo di vendita che, se lasta dovesse andare deserta, potrebbe abbassarsi notevolmente. Quel museo esprime lalto livello e lalta qualit delle manifatture e noi faremo tutto il possibile per preservarlo. Non lo si pu condannare alla scomparsa o allo spostamento. E credo che anche il Mibact si muover. E, infine, il sindaco di Sesto Lorenzo Falchi lancia il suo progetto: Siamo pronti a sostenere ogni iniziativa che vada nella direzione del salvataggio e nel rilancio, anche attraverso forme di gestione come una Fondazione.



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news