LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Chi vuole cambiare l'export dei beni culturali
Francesca Sironi
www.espresso.repubblica.it, 12/01/2017

Un gruppo di lavoro. Chiamato a riformare le norme per l'esportazione di quadri e sculture, antiche e moderne. A cui partecipano sia funzionari pubblici che professionisti privati. Che da tempo lamentano i limiti della burocrazia. Veramente cos stretti? Stando ai numeri, e ai risultati di un'altra commissione, no.



La missione delicata e importante. Da tempo gli attori del mercato dellarte - gallerie, antiquari, case dasta - chiedono una riforma delle regole per lesportazione delle opere. Norme e burocrazia, ripetono in appelli e documenti, impediscono ai venditori italiani di essere competitivi allestero e ai cittadini di guadagnare meglio da quadri, sculture e com. Il 24 ottobre scorso, la Direzione generale archeologia, belle arti e paesaggio ha istituito al ministero un gruppo di lavoro, incaricato di proporre entro fine gennaio nuovi criteri per la libera uscita dai confini di oli di Morandi o ceramiche Della Robbia.

Chiamati a farne parte: sei funzionari del Mibact insieme al presidente degli Antiquari italiani, allex presidente dellAssociazione Gallerie darte e allavvocato che rappresenta gli operatori (fra cui le case dasta) nel nostro paese. Nella prospettiva di uniformare e semplificare le procedure, amministrazione e professionisti, controllori e controllati, pubblico e privato, si sono seduti cos allo stesso tavolo. E ora elaboreranno delle linee di indirizzo per gli uffici delle soprintendenze: un compito delicato per il patrimonio. Perch potr formare il modello di ogni giudizio amministrativo sulle opere pronte a partire.

Sotheby's batte Italia. Cos abbiamo perso un gioiello, la bicchierna di Siena
La preziosa tavoletta del '400, attribuita al "Maestro dell'Osservanza", aggiudicata a Londra. Per Sotheby's una cessione regolare. Per il nostro patrimonio culturale una perdita enorme. Difficile da recuperare.

Un gruppo tecnico con lo stesso scopo era stato istituito al Ministero tre anni fa. I direttori dedicati delle principali soprintendenze e alcuni esperti erano stati chiamati a rivedere gli stessi criteri. Nellelaborato finale i tecnici confermavano per la sostanziale tenuta dei principi stabiliti nel 1974 da una commissione difficilmente pi autorevole, presieduta allepoca da Giulio Carlo Argan. La richiesta pi frequente da parte degli attori di mercato, spiegavano i tecnici nel 2013: quella di introdurre, anche nella normativa nazionale, le soglie di valore previste dal regolamento europeo.

Ma lassimilazione del valore monetario al valore storico-artistico profondamente contraddittoria rispetto ai caratteri distintivi del nostro patrimonio culturale, ribadivano: caratterizzato da una diffusione capillare, al cui interno oggetti talvolta apparentemente minori, o di ridotto valore venale, assumono invece il connotato di testimonianza cruciale per il contesto. Lassimilazione prova ugualmente a fare breccia: un emendamento - approvato - al Ddl per la Concorrenza, e criticato da Italia Nostra, introduce la soglia di 13.500 euro per lexport senza autorizzazione delle opere darte. Ora fermo al Senato.


Brera, quanto lavoro (gratis) per l'export di capolavori
La soprintendenza milanese ha appena pubblicato il rendiconto del 2013. Un dossier ricco e trasparente, come mai in Italia, elaborato insieme a Civicum. Da cui emergono forze e debolezze dell'ente di tutela. Fra cui un cruccio: tutta l'attivit gratuita a favore dei privati. Che portano le opere lombarde in tourne.

Il dibattito continua. Mentre alcuni numeri chiari, trasparenti, a riguardo, sembrano di fatto smentire leccesso di tutela e di vincoli allexport lamentato contro la burocrazia, almeno per quanto riguarda la sede pi rilevante in questo senso, in Italia, come flusso di opere darte: Brera. Il bilancio pubblico della soprintendenza di Milano, curato con Civicum nel 2014, dice infatti che su 10.171 atti firmati dagli uffici lombardi del ministero, in un anno, allo scopo di considerare (e gratis, a carico dello Stato) la possibilit dei privati di vendere allestero, i No, ovvero i dinieghi alla libera circolazione, sono stati solo 16. Sedici. Seguono invece 4.480 S, ovvero attestati accordati; tre proposte dacquisto andate a buon fine; 3.490 auto-certificazioni per opere con meno di 50 anni ratificate, 361 certificati di avvenuta spedizione e 1.097 attestati temporanei per mostre, oltre allimport. In attesa dei nuovi criteri.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news