LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PORTOFERRAIO Musei elbani, i dati definitivi indicano un 2016 positivo
13 gennaio 2017 il Tirreno




I dati pubblicati sul sito del Mibact relativi al 2016 per quanto riguarda i musei nazionali dedicati a Napoleone Bonaparte di Portoferraio sono da ritenersi provvisori e suscettibili di variazioni. Lo afferma con una precisazione inviata al nostro giornale Antonia D'Aniello, direttrice delle due regge dell'Imperatore francese all'Elba, nel giustificare il "disallineamento" dei numeri relativi ai visitatori forniti dal suo ufficio rispetto a quello pubblicato sul sito del Mibact. I dati definitivi in possesso della direzione dei musei, infatti, spiegano come il 2016 sia stato un anno positivo per le due ville napoleoniche, a differenza di quanto era emerso con i dati pubblicati nella tabella del Mibact. Qui si leggeva che lo scorso anni erano stati complessivamente 114.997 i visitatori nei siti museali isolani, suddivisi tra quelli entrati alla Villa dei Mulini (48.993) e a San Martino (52.800). Mentre in un'email inviata alla nostra redazione Antonia D'Aniello ha puntualizzato che al museo di San Martino i biglietti venduti erano stati 60136 e 8598 gratuiti; ai Mulini, invece, erano stati 54895 quelli venduti e 15706 gratuiti. I dati trasmessi dalla direttrice rispetto a quelli del Ministero comprendevano sia le persone paganti e no e, soprattutto, non contemplavano i biglietti cumulativi. In pratica il tagliando cumulativo "Luoghi Napoleonici" era conteggiato dal Ministero come un unico visitatore, laddove invece il possessore del biglietto era entrato sia a San Martino, sia ai Mulini. Nei musei elbani sicuramente tanto c' da fare scrive la direttrice dei musei ma il numero dei visitatori non pu essere un'opinione Ci sono inoltre da fare ulteriori considerazioni. Ce le suggerisce Lorenzo Giorni, dipendente dei musei napoleonici di Portoferraio: Dal 2014, dopo cio l'entrata in vigore della riforma Franceschini che ha diviso valorizzazione da tutela, i musei napoleonici - scrive - sono stati inseriti nei siti medio piccoli e gestiti da un nuovo ufficio "Polo Museale regionale" che ha sede a Firenze (internet: http://www.polomusealetoscana.beniculturali.it/). E non sono gestiti dalla Soprintendenza di Pisa e Livorno. Non solo. Inoltre prosegue Giorni la variazione degli incassi in pi o meno, non che modifichi la situazione di scarsa manutenzione dei musei e non varia neanche il degrado presente nella Villa San Martino. Infatti - conclude nella sua comunicazione - i fondi ricavati dalla bigliettazione per adesso non sono utilizzati per i musei napoleonici dell'isola d'Elba.



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news