LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano, condizionatori in tilt: i capolavori di Brera finiscono in restauro
di ARMANDO BESIO e TERESA MONESTIROLI
15 gennaio 2017 LA REPUBBLICA



Il gelo mette a rischio il Cristo del Bramante e altre 40 opere. Il direttore del museo: "Nessun allarme"


MILANO - Un paio di quadri scomparsi all'improvviso dalle pareti. E una quarantina rimasti al loro posto ma coperti con vistosi cerotti. Per scongiurare il distacco del colore. L'aria molto fredda (sotto zero) e molto secca che ha ghiacciato Milano ha fatto venire i brividi anche all'impianto di condizionamento della Pinacoteca di Brera. L'allarme scattato nella notte tra gioved e venerd. L'umidit relativa nelle sale era scesa sotto il livello di guardia. Una minaccia per i dipinti, specie per quelli su tavola. Il legno "respira". Se la temperatura e l'umidit variano troppo repentinamente, il supporto si dilata e la pellicola di colore rischia di sollevarsi e poi staccarsi. accaduto al Cristo alla colonna del Bramante, uno dei capolavori del museo, icona del Rinascimento. Subito trasferito nel laboratorio di restauro. Cos come un'altra opera del tardo Quattrocento, le Storie di San Gerolamo dipinte dal veneziano Lazzaro Bastiani. Ieri i visitatori al posto dei quadri hanno trovato le fotografie con l'annuncio "in restauro".
Milano, condizionatori in tilt: i capolavori di Brera finiscono in restauro

Ancor maggiore la sorpresa di fronte alla quarantina di dipinti lasciati nelle sale ma incerottati. Cio ricoperti, pi o meno vistosamente, con sottili fogli di carta velina giapponese. Un modo per fermare l'eventuale distacco del colore in attesa di pi approfondite verifiche. Il pi famoso tra i quadri "velinati" (il termine tecnico questo) la Pala Montefeltro di Piero della Francesca, caposaldo della pittura mondiale, "sequestrato" a Urbino ai primi dell'Ottocento dagli agenti di Napoleone e portato a Milano per arricchire la nascente "Grande Brera" imperiale. Tra gli altri dipinti su tavola a rischio, e intanto curati con i cerotti, figurano la Madonna con il bambino di Giulio Campi, il San Gerolamo di Bartolomeo Montagna, una Madonna del Sampietrino, una Vergine con la crocifissione dell'Ortolano.

Il condizionamento della Pinacoteca governato da quattro motori, al servizio di trentotto sale. Che l'allarme sia scattato un buon segno. Lo meno il fatto che le sale non abbiano resistito a un clima s rigido, ma non inedito per Milano. La notizia sembra aver colto di sorpresa la direzione di Brera, che ancora ieri sera non aveva diffuso alcun comunicato ufficiale.

la prima brutta notizia che turba il lavoro di James Bradburne, l'effervescente direttore manager anglocanadese al vertice di Brera, dal Palazzo Strozzi di Firenze, in seguito alla riforma Franceschini. "Tutta colpa di un terremoto climatico, ma non successo nulla di irreparabile" minimizza Bradburne. "Abbiamo messo i quadri in sicurezza, il Bramante doveva andare comunque in restauro e lo anticiperemo, il museo sotto controllo e nei prossimi giorni proseguir il monitoraggio". Il direttore, impegnatissimo, e finora con successo, nella promozione di Brera, teme le accuse di scarsa attenzione alla tutela del patrimonio: "Ma non cos, la tutela la nostra priorit



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news