LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bagnoli, strategia d'urto vertice entro gennaio per accelerare i lavori
CONCHITA SANNINO
14 gennaio 2017 LA REPUBBLICA



Primi cantieri che vedremo in citt: a Scampia per la demolizione delle Vele, in piazza Municipio per il parco archeologico, lungo i binari della linea 1 della metropolitana. Il Patto per Napoli entra nel vivo. Il ministro per il Mezzogiorno Claudio De Vincenti e il sindaco Luigi de Magistris intorno allo stesso tavolo. Ieri, lungo pomeriggio in Prefettura per il neo ministro del governo Gentiloni.

Ma l'altro importante tavolo quello che si prepara per fine gennaio (forse il 28, aspettiamo una conferma ufficiale): riguarda Bagnoli. Dove, senza ovviamente mettere in discussione il ruolo del commissario, che ci sar sottolinea De Vincenti, ci siederemo insieme: governo, Regione e Comune per discutere di bonifiche radicali e di riqualificazione del territorio.

IL PUNTO




SEGNALI DI concretezza, li chiamano. Si sblocca il 10 per cento dei fondi, com'era scritto che accadesse. Arrivano i primi 30 milioni, sui 308 previsti, per partire. Cos il Patto riservato all'area metropolitana per Napoli comincia a prendere cantieri e sostanza. Il ministro da un lato (che incontra anche una delegazione di "Un popolo in cammino" sui temi della sicurezza e del riscatto del rione Sanit), dall'altro il sindaco. De Vincenti e de Magistris dialogano in prefettura, alla presenza dei rispettivi staff , e si presentano in conferenza pi propositivi che guardinghi. Divisi da un commissariamento - sempre lo stesso: il ruolo di Salvo Nastasi su Bagnoli - uniti per dal resto. E comunque, sull'attuazione dei progetti in corso appaiono pi vicini di quanto non siano mai stati durante il governo Renzi. Mi sembra che lo spirito di concretezza sia quello che serve per affrontare i problemi che stanno a cuore a Napoli e ai cittadini di Napoli. C' uno spirito di collaborazione istituzionale importante, riconosce il ministro. Il metodo del Patto per Napoli vogliamo estenderlo agli altri dossier - gli fa eco il primo cittadino - e siamo sicuri che sulla linea del confronto istituzionale possiamo raggiungere insieme risultati importanti. Profusione di complimenti, i sorrisi si incrociano, ma dietro l'angolo - alla parola Bagnoli - il buonumore rischia subito di incrinarsi.

Il gelo del Tribunale per il ministro

Nel giorno di una ritrovata seppur fragile collaborazione tra Palazzi, il gelo maggiore quello che arriva dalle aule del Tribunale. La strigliata del ministro ai giudici nell'intervista a Repubblica, a causa del mancato dissequestro dell'area da risanare - I tempi del Tribunale sono molto pi lunghi del previsto: e l'esigenza della tutela della salute e quindi della bonifica radicale viene prima di ogni altra - non piaciuta alle toghe che portano avanti il processo. Nessun commento, nulla da dire dagli uffici giudiziari, tantomeno dal collegio dinanzi al quale va avanti il processo sul mancato risanamento dell'area: l'irritazione resta confinata nelle aule, i giudici rivendicano ovviamente la piena autonomia delle proprie valutazioni.

Le Vele al primo posto

Il ministro De Vincenti lo aveva annunciato e lo ripete in conferenza. In cima alle priorit, insieme ad altri interventi simbolici, c' la riqualificazione dell'area nord, e le Vele nel quartiere di Scampia. Crediamo che sia un intervento importante e significativo per il principio di coesione e sicurezza sociale che informa i criteri di una parte del Piano. Il sindaco conferma e rilancia: Entro l'estate, possiamo dire che saranno cantierabili le aree di Scampia per la prima demolizione di una Vela. un risultato storico che possano raggiungere l'obiettivo dell'abbattimento della prima Velatutti insieme . Gli altri interventi del 2017 riguardano, nelle parole di De Vincenti: Le linee della metropolitana essenziali per la qualit della vita dei cittadini; ma anche gli interventi di valorizzazione culturale, come il progetto del parco archeologico Linea 1 Municipio. Il sindaco aggiunge: Gli interventi riguarderanno le nuove installazioni per la consegna dei rifiuti sotto il livello della strada, con miglioramento del decoro urbano. E gli interventi su Palazzo Fuga.

"Incontro a breve su Bagnoli"

La parola "cooperazione" non ancora sedimentata tra i due, che riprendono le (ormai scontate) scintille su Bagnoli. Ma stavolta una certezza positiva c': entro fine gennaio, il ministro De Vincenti torna a sedersi in Prefettura con il sindaco, il governatore e i rispettivi staff sul tema Bagnoli. Apprezzo la volont del ministro di incontrarci con le delegazioni di Comune, Regione e governo. Noi parleremo in modo franco delle bonifiche: necessario che siano bonifiche vere e proprie e non messe in sicurezza. Quanto al commissario, il nostro dissenso resta: ma Nastasi anche uomo di governo, chiaro che il ministro si fa accomagnare dalla delegazione che ritiene pi giusta. De Vincenti garantisce sul punto delle bonifiche radicali ma sottolinea: Considero la cabina di regia e il commissariamento un passaggio fondamentale che ha consentito di sbloccare la situazione di Bagnoli che era ferma da 23 anni. Quindi, faremo un confronto su quello che la cabina di regia e il commissario hanno fatto, gli avanzamenti che iniziano a Bagnoli. Mi auguro che questo consenta al Comune di tornare a collaborare.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news