LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma, blitz di Grillo al teatro Valle: "Io ci farei una polizza". Raggi: "Al via i lavori"


"Io qui la prima cosa che farei una polizza per esempio". Beppe Grillo scherza con Virginia Raggi nella loro visita a sorpresa dall'interno del Teatro Valle, nel centro di Roma. Lei replica: "Ma non diciamolo in giro". Poi il comico genovese prosegue ironizzando sulla struttura, chiusa da anni perch necessita una ristrutturazione dice: "Un supermercatino, magari facciamo una torre qua, invece di farle allo stadio le facciamo qua tre torri, chiamiamo Linkendin (sarebbe Liberskind, ndr), questi grandi, oppure Calatrava ci fa una vela attorcigliata, la lasciamo la marcire e poi la gente viene e magari paga qualcosa. Dobbiamo inventarci delle cose".

Beppe Grillo, dal palco del Teatro Valle assieme alla sindaca di Roma Virginia Raggi, ironizza sulle opere incompiute dell'edilizia sportiva romana e sul progetto dello stadio dell'As Roma con annesso business park. Il blitz trasmesso anche sul profilo Fb della sindaca di Roma Raggi. "Siamo all'interno del Teatro Valle, un cantiere, stanno iniziando i lavori, perch questo teatro deve essere rimesso in condizioni di sicurezza" spiega Raggi.

"Restituire alla collettivit una cosa cos (come il Teatro Valle, ndr) una meraviglia, bisogna poi inventare...mischiare un p, contaminare, ci vuole jazz. A Roma locali cos forse mancano un p, di quelli che trovi a Londra e Berlino con tanta gente stranissima". Cos Grillo nel corso della sua visita con Virginia Raggi e Luca Bergamo al Teatro Valle. Bergamo ha ricordato l'epoca dell'occupazione del Teatro Valle parlandone come "un esperienza molto interessante con tutti i limiti delle occupazioni".

Prosegue cos il tour romano del leader dei Cinque Stelle, iniziato ieri mattina e culminato con l'incontro in Campidoglio con la sindaca Raggi sullo spinoso tema dello stadio a Tor di Valle. "Stiamo cercando di dire ai romani guardate che siamo con voi, siamo dei cittadini come voi. Ma voi non potete stare a guardarci, dovete tenere duro e fare qualcosa anche nel vostro piccolo. Diventate sindaci dei vostri 10 metri quadri". Ha detto stamani intercettato dai giornalisti lasciando l'hotel Forum per andare a Palazzo Madama per un incontro coi senatori. Insomma, aggiunge, "i romani devono smettere di non credere pi in se stessi e nelle istituzioni". Ora, "ci siamo noi". Ieri il fondatore del movimento

"Non sono venuto qui a dare direttive. La decisione sar presa nei prossimi giorni e sar presa dal consiglio comunale, dal sindaco e dal consiglio regionale, poi vedremmo. Non spetta a me decidere...". Ha poi spiegato rierendosi all'iter procedurale per la costruzione dello stadio della Roma". Ma la base si rassicuri - ha aggiunto - perch faremo le scelte in sintonia con il movimento". Ma in serata aggiunge: "Attivisti M5S contrari al progetto del nuovo stadio a Roma? Attivista? Non so cosa sia... Chiamiamoli cittadini. Sono a favore o a sfavore di una cosa che non conoscono... ma poi saranno soddisfatti, glielo dico io".

"Lo ammetto, lo abbiamo ammesso tutti: sono stati commessi degli errori, abbiamo fatto delle valutazioni sbagliate. Ma sbagliare d un impulso a migliorare. La sindaca si fidata di persone sbagliate. Ma, dovete capire, la dimensione di Roma apocalittica...". Ha aggiunto il fondatore M5S. Del resto abbiamo tutti contro: "Abbiamo 23-24 partecipate di cui 10 sono sull'orlo del fallimento. Hanno accumulato debiti perch ogni amministrazione ha portato in avanti il proprio debito. Allora, qui basta che ti chiudono i flussi bancari, e noi abbiamo contro il governo, abbiamo contro la regione ti chiudono un flusso bancario e fai un crac
pazzesco con il bilancio"

E tornando sulla questione dello stadio sottolinea "Decide la sindaca Virginia Raggi, il Consiglio comunale e il Consiglio regionale. "Abbiamo ereditato - dice Grillo - un progetto da un milione di metri cubi, in una zona a rischio idrogeologico dove la sovrintendenza ha posto un veto: ieri abbiamo discusso di queste cose, ma la decisione sar presa dal consiglio comunale, dalla raggi e dal consiglio regionale". A chi gli chiede un commento sulla protesta della base M5s sullo stadio della roma, Grillo risponde: "La base si rassicura perch faremo scelte in sintonia con il movimento. E' giusta la contestazione ma ora non vi
posso dire come andr perch non spetta a me".

Quanto all'ipotesi di un referendum on line il leader m5s non si sbilancia: "vedremo, si decider in questi giorni, non ve lo posso dire, io non sono la persona adatta. Non sono venuto qui a dare direttive, non sono mai stato in uno stadio in vita mia". E sull'ipotesi della consultazione popolare arriva l'assist dei Verdi: "Ben venga l'ok di Beppe Grillo alla nostra proposta, lanciata nei giorni scorsi, far svolgere un rerendum cittadino sul progetto di Tor di Valle". Lo scrivono in una nota i portavoce romani dei Verdi Guglielmo Calcerano e Silvana Meli. "Affinch il tutto non si risolva in una operazione pubblicitaria, per - aggiungono - occorre fare in fretta, e consentire ai romani di pronunciarsi prima che Raggi porti in Consiglio Comunale la sua variante al Prg. Per questo noi Verdi siamo gi impegnati a scrivere il quesito referendario.
Intanto per occorre fare chiarezza sulla posizione della Soprintendenza: chiaro che in presenza di un vincolo sull'ippodromo da parte del Ministero dei Beni Cuturali, tutto l'iter autorizzatorio andrebbe rivisto, con o senza referendum. Ribadiamo che costruire stadio e business park in una zona a rischio esondazione con cubature fuori Prg e pesi urbanistici che farebbero collassare la viabilit gi drammatica
in quel quadrante di citt una follia".

Infine l'attacco ai giornalisti ."Sui giornali parlate di Grillo e di populismo. Non dite che il Movimento 5 Stelle fa decidere tutto ai cittadini. La stampa l'unico partito vero rimasto, finanziato con i soldi pubblici. Siete l'unico partito ancora rimasto". Il leader di M5S punta il dito su quello che definisce "l'unico partito ancora rimasto, ovvero la stampa".

http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/02/21/news/roma_grillo_non_sono_venuto_a_dare_direttive_su_stadio_decide_raggi_-158831336/?ref=search


news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news