LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Stadio, tutte le incognite sul futuro
Andrea Arzilli - Maria Rosaria Spadaccino
Corriere della Sera - Roma 25/2/2017

Laccordo c ma parte della maggioranza contraria e la conferenza dei servizi pu dare esito negativo

Laccordo per lo stadio della Roma a Tor di Valle stato annunciato in serata come concluso: ma rimangono molte incognite. Dal malumore dellala lombardiana della maggioranza a Cinque Stelle (8 consiglieri pi De Vito) che potrebbe unirsi a quello degli altri partiti che pure fin qui hanno dato lappoggio al progetto, fino alla proroga che sar chiesta della conferenza dei servizi destinata per a ripartire da zero se, oltre alle cubature, laccordo preveder la diminuzione, anche parziale, delle opere pubbliche.

Laccordo per lo stadio della Roma a Tor di Valle stato annunciato in serata come concluso: ma rimangono molte incognite. Dal malumore dellala lombardiana della maggioranza a Cinque Stelle (8 consiglieri pi il presidente dellAula, Marcello De Vito, che giudicano insufficiente il taglio delle cubature) che potrebbe unirsi a quello degli altri partiti che pure fin qui hanno dato lappoggio al progetto, fino alla proroga che sar chiesta della conferenza dei servizi destinata per a ripartire da zero se, oltre alle cubature, laccordo tra Roma e Campidoglio preveder la diminuzione, anche parziale, delle opere pubbliche. Nel caso, quindi, liter dovrebbe ricominciare dal principio: pareri dei vari enti e tempi inevitabilmente lunghi. Senza contare che rimane comunque il vincolo della Sovrintendenza sullippodromo di Tor di Valle. Grane ancora da risolvere, insomma, non mancano. E lidea del M5S di modificare la delibera Marino appare fragile proprio per il nodo opere pubbliche.

In ogni caso: in serata lo stadio della Roma sembra essere un impianto dimezzato, con unarea che passerebbe da un milione di metri cubi alla met. Molto di pi dei 350 fissati l dal piano regolatore ma la legge sugli stadi prevede che il 15% dellurbanizzazione escluda stadio e spogliatoio, quindi lo stadio di Tor di Valle potrebbe essere salvo. Questo progetto sarebbe stato mostrato con delle slides ai consiglieri capitolini in una giornata davvero complicata. Segnata prima dal malore della Raggi con il conseguente ricovero in ospedale che fa slittare lincontro decisivo. Una volta che Raggi si ripresa ed arrivata in Campidoglio, intorno alle 19, ha dovuto confrontarsi con parte della sua maggioranza ancora resistente sul progetto, anche se ridimensionato. Inoltre, sul progetto dello stadio dimezzato in Aula potrebbero cambiare posizione in molti, compresi i consiglieri Pd che avevano votato la delibera Marino anche in considerazione delle opere pubbliche previste per la citt.

Lincontro fondamentale sullo stadio di Tor di Valle tra Virginia Raggi e la societ proponente va in scena a sera inoltrata: quasi subito le parti fanno filtrare la notizia dellaccordo raggiunto sulla base della proposta Raggi, quella dello stadio dimezzato. Un nuovo progetto che ha il merito di mettere daccordo sindaca e Parnasi ma che deve ancora superare le prove pi difficili: dalla diffidenza di parte dei consiglieri grillini al nodo opere pubbliche. In quanto alla conferenza dei servizi chiarissimo che il tempo stringe: si chiuder in ogni caso il 3 marzo e se ci sar anche solo una limatura alle opere pubbliche previste dalla delibera Marino, ecco che lesito della conferenza sar negativo. Laccordo c, quindi, ma lo stadio ancora lontano.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news