LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano, dopo palme e banani la soprintendente rilancia: "Mettiamo gli alberi dove c' l'Anfiteatro"
ALESSIA GALLIONE
25 febbraio 2017 la Repubblica

La responsabile dei Beni culturali: "Serve rilanciare il ruolo del verde in citt, difendo la possibilit di sperimentare". L'idea per l'Anfiteatro di via De Amicis, "uno dei pi grandi, dopo il Colosseo, ma ancora poco valorizzato". Serve uno sponsor


E adesso che anche i banani sono spuntati in piazza Duomo, Antonella Ranaldi ricorda come le "perplessit maggiori" della soprintendenza inizialmente riguardassero soprattutto queste specie. Tanto che l'autorizzazione finale al progetto, dice, arrivata solo dopo una "drastica riduzione" delle piante esotiche. Un po' pi "giardino milanese con un tocco di esotismo", un po' meno "foresta tropicale". Perch la responsabile dei Beni culturali continua a difendere la "possibilit di sperimentare, con un po' di coraggio, guardando al passato".

E riparte proprio da l, da quell'aiuola della discordia, per rilanciare il ruolo del verde in citt. Con un progetto che questa volta lei stessa a promuovere per l'Anfiteatro di via De Amicis. " uno dei pi grandi, dopo il Colosseo, ma ancora poco valorizzato", spiega. Perch allora non utilizzare aiuole o magari piccoli alberi per completare con la vegetazione il disegno architettonico distrutto dai secoli? Un'idea in attesa di un mecenate e di un nuovo Starbucks in grado di realizzarla. Perch, convinta Ranaldi, "anche un'opera del genere potrebbe incontrare l'interesse di uno sponsor".

Dal Duomo a via De Amicis. Da una piazza che ha assunto l'aspetto attuale nell'Ottocento a una delle aree archeologiche della citt da riscoprire. Potrebbero sembrare due mondi distanti, certo. Ma a unire il giardino delle palme e dei banani alla proposta per l'Anfiteatro il ruolo del verde. All'ombra della Madonnina, per la soprintendente i filari creano un "fondale vegetale" che in qualche modo ricostruisce un loggiato mai realizzato; tra le antiche rovine, servirebbero a tracciare il disegno di una costruzione perduta. Un ritorno al passato in entrambi i casi. "Sotto le zolle dell'aiuola dove ora sorgono le palme - spiega Ranaldi - ci sono le fondazioni e l'interrato di un palazzo mai compiuto che avrebbe dovuto disegnare il fondale di piazza Duomo.

Renzo Piano propose di piantare alberi alti a completare il lato mancante, ma il progetto non era fattibile perch non c'era abbastanza profondit per le radici. Prima di lui, per, fu Ignazio Gardella a pensare a un loggiato". Una costruzione mai nata, appunto, che adesso verrebbe scandita dagli alberi. Un motivo filologico in pi che servito anche a dare il via libera a una "installazione" che, convinta la soprintendente, "far tendenza: Milano citt della moda, pu cambiarsi il vestito alla prima aria di primavera". Grazie alla vegetazione.

Ed qui che si arriva all'idea ancora da far sbocciare tra i resti archeologici. Con il verde che potrebbe trasformarsi in un pezzo di architettura
(mancante). Mettendo radici anche in via De Amicis, per un "Anfiteatro naturale". "Una sistemazione a verde potrebbe aiutare a capirne lo sviluppo e l'architettura antica", dice la responsabile dei Beni culturali. Un po' quello che accade con le ricostruzioni virtuali degli antichi siti, dove si completano mura distrutte. Con una differenza: in questo caso, sarebbero fronde e rami a regalare la suggestione dei pezzi perduti. Un piano che attende uno sponsor.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news