LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bergamo. Benvenuti sulla Via Gallica
Alessandra Bevilacqua
Corriere della sera - Bergamo 4/3/2017

Non una strada, ma una nuova app che accompagna i turisti su itinerari storici tra Bergamo, Brescia, Como e Milano

Vivere la Via Gallica passo dopo passo, lasciandosi guidare da una app che, come un modernissimo e virtuale Virgilio, accompagna alla scelta del percorso con mappe, video e fotografie delle varie tappe, raccontando la storia dei diversi luoghi con testi da leggere o da ascoltare. Un risultato multimediale realizzato dal Laboratorio ArcheoFrame dello Iulm di Milano, allinterno di un progetto di ricerca applicata finanziato dalla Regione Lombardia, e sostenuto dalla Soprintendenza Archeologica lombarda, dal Polo Museale della Regione e da 4 musei archeologici lombardi, uno dei quali quello di Bergamo, dove ieri si svolta la presentazione. La Via Gallica non proprio una vera e propria strada spiega Luca Peyronel, direttore del Laboratorio ArcheoFrame , ma una somma di tante vie stratificatesi in epoca romana e medioevale che permettevano di muoversi dal lago di Como al Garda, passando da Bergamo e Brescia e con diramazioni fino a Milano. Una rete viaria di collegamento nellarea lombarda a cui, solo in epoca pi tarda, si d il nome appunto di Via Gallica. Cos come stato pensato e ideato il percorso, comprende 5 tappe maggiori, che sono Como, Milano, Bergamo, Brescia e Sirmione, e una ventina di tappe minori, passando per aree archeologiche, musei, borghi e itinerari urbani. La app ha un senso se viene usata prosegue Peyronel , quindi vorremmo che diventasse uno strumento di fruizione attiva. Per quanto riguarda il circuito urbano di Bergamo, si possono scegliere due percorsi: quello romano, che parte dal Museo Archeologico di Citt Alta, prosegue con la visita ai resti della domus romana al Relais San Lorenzo in piazza Mascheroni, e continua sullantico decumano (via Colleoni e via Gombito), fino a Piazza Vecchia, lantico foro romano, col museo del Tesoro della cattedrale, a Piazza Mercato Fieno (le terme), la Rocca (area sacra) e via Arena (larena).

Il secondo percorso, quello di epoca alto-medievale, si sovrappone in alcune tappe a quello romano, ma ha come peculiarit la chiesa di San Michele al Pozzo Bianco e un testamento, conservato alla biblioteca Angelo Maj, datato 774 d.C. in cui lautore si definisce cittadino bergamasco, longobardo di nazionalit.

Alcuni reperti archeologici sono stati ricostruiti in immagini in 3D, ma la parte pi coinvolgente quella storica, da leggere o ascoltare, resa pi accattivante dalla narrazione fatta attraverso un personaggio significativo per la citt. Per Bergamo, si tratta di SantAlessandro, di cui per non sono rimaste molte fonti storiche. Una sfida che ci ha resi pi creativi dice Francesco Agnellini, che ha curato questa parte dellapplicazione . Abbiamo inventato un personaggio, Marco Antonio Cursore, inviato dallimperatore Massimiano per catturare il fuggitivo Alessandro, e attraverso la una narrazione verosimile, si scoprono i luoghi e le vicende che lo portano anche a una personale conversione.

Il progetto si inserisce sulla direttrice della valorizzazione storico culturale dei territori, letta nel senso della promozione della conoscenza come specifica Giuseppe Stolfi, soprintendente per lArcheologia, belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia , come identit del territorio stesso, inteso come luogo che si vive prima che come luogo che si visita. Unidentit che, secondo Nadia Ghisalberti, assessore alla Cultura del Comune di Bergamo, proprio attraverso la conoscenza della storia, pu rendere la comunit pi coesa.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news