LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Clima, nuovo studio: Venezia sott'acqua entro il 2100, Adriatico con 140 cm in pi
02 marzo 2017 LA REPUBBLICA



Una ricerca conferma che l'aumento dei gas serra nell'atmosfera sta provocando un brusco innalzamento dei mari. Nei prossimi cento anni il Mediterraneo salir di 90 centimetri. Molte citt potrebbero scomparire. Per Napoli previsti danni per centinaia di milioni

Venezia e le citt costiere del nord Adriatico, da Trieste a Ravenna, potrebbero sparire inghiottite dal mare entro fine secolo a causa di una brusca accelerazione nell'innalzamento del Mediterraneo. In Italia sono 33 le aree a rischio e sul versante ovest sono minacciate le coste della Versilia, di Fiumicino, le Piane Pontina e di Fondi, del Sele e del Volturno, di Catania e quelle di Cagliari e Oristano.

Se negli ultimi mille anni il Mediterraneo si innalzato solo di 30 centimetri nei prossimi cento anni si stima una crescita di tre volte tanto con il Nord Adriatico che si innalzer sino a 140 centimetri. Un'accelerazione che la scienza imputa al cambiamento climatico provocato dall'aumento della concentrazione di CO2 nell'atmosfera.

L'innalzamento pi che triplo del Mediterraneo nei prossimi 100 anni era gi stato previsto dal gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite (Ipcc), che ha stimato l'aumento del mare nel mondo tra i 60 e i 95 centimetri entro il 2100. Ma ora i valori sembrano pi precisi alla luce uno studio internazionale sulle variazioni del livello del Mediterraneo coordinato dall'Enea e realizzato insieme a colleghi dell'Ingv e delle Universit di Roma 'La Sapienza', Bari 'Aldo Moro', Lecce, Catania, Haifa (Israele), Parigi e Marsiglia (Francia).

CLIMA Due gradi in pi parte del mondo va sott'acqua

La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Quaternary International, "ha preso in esame l'innalzamento del nostro mare in un arco temporale mai studiato prima", spiega Fabrizio Antonioli del Laboratorio Modellistica Climatica e Impatti dell'Enea. "In mille anni - aggiunge - il Mediterraneo aumentato da un minimo di 6 a un massimo di 33 centimetri, un livello inferiore del 65 per cento rispetto alle pi recenti proiezioni dell'Ipcc". Si tratta, spiega il ricercatore, "di un'evidente accelerazione, dovuta principalmente al cambiamento climatico causato dall'aumento della concentrazione di CO2 in atmosfera, che negli ultimi quattro anni ha superato in modo stabile il valore di 400 ppm (parti per milione), un livello mai toccato sulla Terra negli ultimi 23 milioni di anni".

Il team di ricerca ha esaminato 13 siti archeologici sulle coste di Italia, Spagna, Francia, Grecia e Israele, dove venivano estratte le mole olearie, cio grosse pietre utilizzate per la macinazione delle olive. L'aumento pi elevato stato riscontrato vicino ad Atene, mentre il pi basso stato misurato nell'isola spagnola di Maiorca. In Italia l'indagine si concentrata in tre aree del sud - Scario, in provincia di Salerno, Torre Santa Sabina, vicino Otranto, in provincia di Lecce, e Punta Penne in provincia di Brindisi - dove il livello del mare si innalzato di circa 15 centimetri negli ultimi mille anni.

Senza una riduzione globale dei gas a effetto serra, le principali citt costiere europee pagheranno un conto salato, secondo un altro studio pubblicato sulla rivista Frontiers. Fra le 19 citt esaminate c' Napoli per cui sono stimati danni annuali per 10 milioni di dollari al 2030, che salgono a 52 nel 2050, a 128 nel 2070 e a 290 milioni a fine secolo.



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news