LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI-Monumentando, scatta linchiesta su Castel Nuovo e la statua di Diaz
Luca Marconi
www.corrieredelmezzogiorno.corriere.it, 09/03/2017

I carabinieri acquisiscono documenti in Comune e alla Soprintendenza



La Procura ha aperto una indagine ricognitiva sullannunciato restauro della facciata di Castel Nuovo, il portale aragonese, affidato nellambito di Monumentando - programma del Comune di Napoli che paga 27 restauri con concessioni pubblicitarie - alla societ Uno Outdoor. Su iniziativa del procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli lincarico di verificare il progetto per il Maschio Angioino, nonch le modalit del restauro del monumento ad Armando Diaz appena liberato dalle impalcature (ma non completato per il Comune) stato affidato ai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio artistico, che hanno visitato, tra luned e marted, gli uffici della Soprintendenza di Palazzo Reale e del Comune a Palazzo San Giacomo acquisendo documentazioni. Nel fascicolo di polizia giudiziaria sarebbero finite anche le segnalazioni delCorriere del Mezzogiorno, in particolare della presidente della Fondazione Napoli99, Mirella Baracco, che in una recente intervista, indicando la statua di San Michele sulla sommit del castello di piazza Municipio, aveva invocato senza giri di parole lintervento di polizia e Procura come per i Girolamini dicendosi estremamente preoccupata per il mancato ricorso ad un bando aperto ai migliori restauratori internazionali. Ma sono tante le segnalazioni raccolte.

Anche Italia Nostra, domenica scorsa, annunciava un esposto sui piani per lArco aragonese e gi lAnac si era pronunciata sul rischio che il concessionario di Monumentando prolunghi artificiosamente la durata dei lavori incamerando ulteriori introiti pubblicitari (la Uno Outdoor, invece, ha portato in tribunale il Comune per non aver ottenuto proroghe sul restauro delle Torri Aragonesi). Mentre lassociazione Brancaccio aveva ingaggiato una feroce polemica sui risultati dei lunghissimi restauri, in ultimo per la statua di Armando Diaz scoperta in ritardo e ancora sporca di graffiti.

Nella sua intervista, Barracco ha parlato di acidi utilizzati per le ripuliture che non sarebbero adoperati nemmeno per i monumenti minori. Il soprintendente Garella per suo conto aveva annunciato laffiancamento di esperti nellopera di restauro di Castel Nuovo. Lindagine della Procura non sarebbe sugli aspetti pi controversi dellappalto di Monumentando (nessuna penale per i ritardi, proroghe facili, risultati insoddisfacenti) vinto dalla Uno Outdoor, unica partecipante al bando, nel 2013: gi nella primavera scorsa la Uno Outodoor fu bersagliata dalle proteste di diecine associazioni e professionisti dei beni culturali (accuse puntualmente respinte, ieri come oggi, dallamministratore Giuliano Annigliato). I carabinieri starebbero lavorando sulleventuale danneggiamento dei beni culturali, passando al setaccio dunque le tecniche di restauro gi utilizzate alla Rotonda Diaz o su altri monumenti ed i piani di intervento sul portale aragonese.

Nel merito, sempre sul CorrMezz, intervistato da Fabrizio Geremicca, il presidente provinciale dellAren (restauratori) Vitulli aveva spiegato i rischi dellaffidamento di restauri di questa portata a societ non esperte del ramo in pi con sostanziale carta bianca sugli interventi da subappaltare (praticamente lintera opera, essendo la Uno Outdoor una concessionaria pubblicitaria). E per Castel Nuovo, il progetto del Comune prevede, con la pulitura e il restauro conservativo dei fregi, dei bassorilievi e degli elementi marmorei, anche leventuale integrazione o sostituzione delle parti mancanti: 360 giorni di lavori per una impresa indicata da Uno Outdoor, che costeranno circa 800mila euro (la contropartita per la societ resta la pubblicit sulla facciata che vale 200mila al mese). Quanto agli altri monumenti del pacchetto, il restauro alla Rotonda Diaz costato 146mila euro, la pubblicit ha fruttato 100mila euro al mese. Con ritardo di 6 mesi contro i 2 programmati per la consegna dellopera finita, i cartelloni che coprivano il monumento equestre sono spariti, eppure i graffiti sono ancora ben distinguibili.

Invece le Torri del Carmine, aveva segnalato lassociazione Brancaccio ad Anna Paola Merone, sono restate coperte dalla pubblicit per due anni: per un importo di 605mila euro dovevano tornare pulite in 4 mesi. La pubblicit sulle Torri avrebbe reso alla societ 240mila euro al mese (le cifre della vendita pubblicitaria sono sul sito web della Uno Outdoor, quanto al Comune non ce n traccia sulle sue carte e cos sembra che lamministrazione non abbia contezza del valore della vendita pubblicitaria) . Sono 6 dei 27 previsti dal bando gli interventi realizzati e non sempre in maniera soddisfacente. La Fontana Spina Corona ora versa in condizioni peggiori secondo la Brancaccio. Intanto, in attesa dei lavori per 265mila euro (in 8 mesi) resta ingabbiato anche il ponte di Chiaia, qui gli operai si sono visti una tantum malgrado labbondante cartellonistica, venduta a 120mila euro al mese. Soldi che potevano finire nelle casse del Comune ripete da un anno la Brancaccio.

Lingresso monumentale al Parco Virgiliano invece cantierato dallagosto 2015, i lavori dovevano durare 4 mesi e qui la pubblicit vale 250mila al mese, contro i 145mila del costo degli interventi. E ancora per le Torri Aragonesi e la statua di San Gaetano alla stessa Procura era gi stato chiesto che, almeno durante la progettazione degli interventi, i monumenti restassero liberi da impalcature e cartelloni. Anche perch intanto, Monumentando, Napoli, citt Patrimonio Unesco, invasa da turisti a caccia di monumenti.



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news