LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TRENTO - Musei, i quattro poli in bilico Mellarini: possibili altre scelte
di Alessandro Papayannidis
Corriere del Trentino 23 Feb 2017


Andreatta avanza riserve, Valduga chiede pi tempo



Non abbiamo ancora deciso se i poli museali resteranno quattro o se faremo scelte diverse, visti i giudizi che abbiamo raccolto in commissione. Tiziano Mellarini, assessore alla cultura, ieri ha tirato il freno alla riforma del settore. Lo ha fatto davanti al Consiglio delle autonomie, dove i primi cittadini di Trento e Rovereto lo hanno invitato a ulteriori approfondimenti. E ora, nei corridoi del Palazzo, torna a circolare anche lipotesi di un unico consiglio di amministrazione per tutti i musei: ipotesi che due anni fa lo stesso Mellarini aveva avanzato salvo poi dover fare i conti con unaltra levata di scudi.

Il Consiglio delle autonomie ieri era chiamato a esprimere un orientamento sulla riforma in vista delle audizioni della prossima settimana in commissione.

Alessandro Andreatta, sindaco di Trento, ha condiviso alcuni principi della riforma ma anche chiesto allassessore unattenzione particolare per Trento e Rovereto. Poi ha espresso una riserva sulla divisione in poli museali (scienza, storia, arte contemporanea, etnografia) auspicando che la riforma non si traduca in una difesa della realt esistente vista la condivisibile necessit di una razionalizzazione delle risorse e la necessit di integrarle sempre di pi con fondi privati.

Francesco Valduga, primo cittadino di Rovereto, ha invece incoraggiato esplicitamente Mellarini a proseguire nella riforma dei poli museali segnalando per che dentro i musei serve pi tempo per metabolizzare alcune scelte. Mellarini ha detto di non aver deciso se i poli resteranno quattro o se saranno fatte altre scelte dopo i giudizi in parte positivi, in parte negativi durante le audizioni in commissione. Poi ha semplificato il quadro: Le criticit sono arrivate dal Museo Diocesano e dal Museo della Guerra di Rovereto, mentre il Museo civico di Rovereto ha espresso contrariet attraverso il direttore e appoggio attraverso il presidente. Va detto che nellultima settimana vi sono state altre prese di posizione che hanno rimesso in discussione non lintera riforma, ma proprio larticolo istitutivo dei quattro poli museali. Lo stesso direttore del Muse, Lanzinger, ha parlato di limite a una lettura pi pervasiva, pi innovativa della funzione culturale dei musei.

Mellarini ha preso limpegno di coinvolgere i protagonisti dei poli museali, ma ha anche lamentato di trovarsi di fronte alla difesa delle singole istituzioni e non al sostegno di un progetto complessivo.

Da Mellarini (e dai sindaci) infine arrivato un ridimensionamento del disegno di legge firmato da Lorenzo Baratter sulla tutela del patrimonio dialettale trentino. Non c bisogno di un festival, e nelle scuole c gi il trilinguismo, ha detto la referente del Consiglio delle autonomie, Monica Mattevi. Mellarini ha detto che chieder a Baratter di recepire alcune istanze nella riforma della cultura.



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news