LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lo Stato dice s allo stadio della Roma e ignora il vincolo della soprintendenza
TOMASO MONTANARI
14 marzo 2017 LA REPUBBLICA


L'ippodromo e il mistero del vincolo ignorato

I grillini sfruttano 2 leggi di Renzi che silenziano le soprintendenze



LO SCORSO 3 marzo si riunita la Conferenza dei Servizi di Roma Capitale - Stadio della Roma in localit Tor di Valle. Qui il rappresentante unico delle amministrazioni statali il consigliere della Presidenza del Consiglio dei Ministri Carlo Notarmuzi ha espresso parere favorevole al progetto, indicando alcune prescrizioni. Dunque - direte voi finalmente una parola chiara: se lo Stato approva il progetto del Comune, che poi quello della Roma, allora lo Stadio si far bene o male che ci sia.

Manco per niente.

Il primo mistero (gaudioso?) riguarda l'identit del progetto. Quello nuovo', con le cubature tagliate, non esiste ancora. E dunque, a cosa ha dato parere favorevole l'inclito consigliere governativo? Poi c' un secondo mistero (decisamente doloroso). Comunque lo si voglia giudicare, il vincolo messo dalla Soprintendenza sull'Ippodromo gi attivo.

Gli articoli 15 e 16 del Codice dei Beni culturali parlano chiaro: basta l'avviamento del vincolo a far scattare la clausola di salvaguardia.

E INFATTI la Via (valutazione di impatto ambientale) si sta chiudendo negativamente, coerentemente con ci che prescrive lo stesso Codice.

Un'attenta lettura del parere di Notarmuzi non diminuisce, ma anzi aumenta lo stupore. Tra i vari visto che precedono il pronunciamento favorevole si annovera infatti anche il motivato dissenso del ministero per i Beni culturali alla realizzazione dell'intervento, non ravvisando condizioni per la sua ammissibilit nel sito proposto.

E, alla fine, si nota che fatta salva la posizione espressa dal ministero dei Beni Culturali, tutte le amministrazioni dello Stato si sono espresse favorevolmente con prescrizioni alla realizzazione del progetto.

C', dunque, del metodo in questa follia: e il metodo quello dello Sblocca Italia e della Riforma Madia, due leggi del governo Renzi che avevano, tra gli altri, il fine di mettere il silenziatore alle soprintendenze, in attesa di poterle abolire.

L'idea molto semplice: far confluire tutti i pareri in mano ad un solo rappesentante dello Stato, che guarda caso doveva essere emanato dal potere esecutivo (presidenza del Consiglio o prefetture). Cos la decisione veniva semplificata' e le amministrazioni dissenzienti' ridotte al silenzio. Un'idea politica, che mette fuori dalla porta ogni problema giuridico o tecnico in nome del fare. Dimenticandosi che le amministrazioni tecniche (come le soprintendenze) non dicono di no per fare dispetto, ma perch esistono problemi oggettivi. E dimenticando anche che i loro provvedimenti hanno, in alcuni casi, forza di legge: come impone l'articolo 9 della Costituzione. I vincoli, per esempio, si chiamano cos perch vincolano le decisioni altrui: e sar un giudice, prima o poi, a cassare il parere di Notarmurzi che li tratta come superabili dissensi.

Resta un punto politico, anzi morale. Quando il governo Renzi mostr di voler far tabula rasa della tutela pubblica del territorio con quelle leggi, il Movimento 5 Stelle era in piazza a protestare con i movimenti e le associazioni ambientaliste, con gli storici dell'arte e gli urbanisti.

Ora, ad approfittare di quelle pessime riforme una Grande Opera dell'amministrazione di punta del Movimento 5 Stelle: con tanti saluti alla coerenza, alle regole e alla Costituzione.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news