LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Catalogo dei paesaggi Cos il Piemonte tutela i suoi "gioielli"
SARA STRIPPOLI
14 marzo 2017 LA REPUBBLICA






UN catalogo enciclopedico: storia, tradizioni culturali, caratteristiche naturali, strumenti di salvaguardia. Ogni luogo di interesse storico, ogni cascata, ogni chiesa, ogni torre. Un data base che ha richiesto dieci anni di lavoro per essere approvato ma che per il prossimo futuro rappresenter la base per qualsiasi ricerca approfondita sul Piemonte, dalle Langhe dell'Unesco alle valli pi nascoste e irraggiungibili, dagli alpeggi al sistema delle residenze, ai Sacri Monti. Una ricognizione che ha messo in lista 2.060 elementi rilevanti dal punto di vista paesaggistico: 2.500 chilometri di percorsi panoramici, 544 nuclei alpini, 54 belvedere, 51 luoghi di fondazione romana, 767 ville e parchi, 255 villenove o ricetti, le fortificazioni primitive. In questa grande mappa di 700 pagine anche 435 fulcri del costruito, i punti di attrazione visiva. Oggi sar il presidente Sergio Chiamparino, con l'assessore all'Ambiente Alberto Valmaggia, a presentare il piano al ministro Dario Franceschini e firmare l'accordo a Roma nell'ambito delle celebrazioni della Giornata mondiale del paesaggio. Un passo propedeutico all'approvazione del piano da parte del consiglio regionale.

Riqualificare e tutelare, interrogarsi sulla sostenibilt ambientale e efficienza energetica. Le infrastrutture da integrare. C' anche una fase quattro, l'attenzione alla ricerca e alle realt economiche e produttive. Ultimo punto la valorizzazione delle risorse umane e delle capacit istituzionali, per cogliere le potenzialit che esistono nella capacit di fare sistema fra tutti i soggetti interessati alla programmazione. Sono cinque i tasselli di un dossier che la nostra Regione ha costruito a tappe successive, con osservazioni che negli anni hanno portato alla definizione della mappa, da un modello iniziale che stato via via integrato. Ci sono volute 24 sedute del comitato tecnico a scavalco fra Regione e ministero, un totale di 1.308 osservazioni ricevute, innumerevoli incontri con enti locali, associazioni di categoria e ambientaliste.

Il Piemonte la terza regione italiana a centrare l'obiettivo (dopo Toscana e Puglia) fissato dal ministero che chiede un sistema di pianificazione condivisa. Scopo finale, spiega l'assessore regionale all'Ambiente, la crescita di una coscienza comune sull'importanza da dare al territorio.

Il 61 per cento del territorio regionale sottoposto a tutela paesaggistica, il 16 per cento di "notevole interesse pubblico": 370 luoghi in totale. I fiumi e i corsi d'acqua sono 1.837, 106 i parchi, 199 i laghi, 94 le zone di interesse archeologico, 109 le aree protette e 460mila gli ettari di montagna. Pi di 850mila sono gli ettari coperti dai boschi. Sono dodici i macroambiti territoriali, dai paesaggi d'alta quota a quelli collinari, della pianura del riso al paesaggio urbanizzato della piana e della collina di Torino, a quello alpino franco-provenzale a quello occitano. Settantasei sono gli ambiti: le Langhe, ad esempio, si trovano al numero 63.

Il piano garantisce la certezza dell'individuazione dei beni e indica regole chiare per semplificare le valutazioni nei procedimenti di autorizzazione. Tutti gli elaborati cartografici e i dati informatici sono disponibili on line in una applicazione webgis unica (alla pagina www.regione. piemonte.it/territorio/ pianifica/ppr/htm) un software dedicato per una consultazione pi snella.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news