LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Al ‘Brignole' un tesoro di paramenti sacri per le giornate del Fai
MATTEO LO PRESTI
16 marzo 2017 la repubblica




UN'ENORME miniera di paramenti sacri, circa settecento pezzi, databili tra il XVII e il XIX secolo, saranno esposti nei grandi spazi dell'Albergo dei Poveri nelle giornate del 25-26 marzo che il Fai dedica a incentivare la conoscenza di segreti patrimoni culturali.

Nel grande edificio costruito per volontà di Emanuele Brignole ed espressione monumentale di filantropia che mirava anche a tenere sotto controllo i poveri, sono accumulati tesori di incredibile valore che la gestione dell'avvocato Pietro Piciocchi, commissario dell'ASP (azienda pubblica di servizi alla persona), vuole consegnare alla città.

Definito di volta in volta "fortezza inespugnabile","basilica di pietà","reggia della misericordia" questa imponente costruzione di circa 60mila mq, come bene ricorda Anna Maria De Marini in un suo prezioso volume edito da Termanini, fu strutturata come un organismo vicino alla città, fuori di mano, ma non fuori dagli occhi.

E nella valletta Carbonara ecco gli scaloni monumentali e spazi labirintici la cui costruzione si protrasse per circa duecento anni.

Nel laboratorio di restauro tessile del Palazzo Reale, Mariolina Rella e la senese Graziella Palei hanno provveduto nell'arco di due anni a rendere disponibili per l'esposizione veri gioielli di arte sacra che comprendono pianete e piviali, tende, copri altari, copri tabernacoli, paliotti di altare, stole, baldacchini e stendardi.

Emanuele Mattiello, responsabile del patrimonio artistico, racconta mentre apre le cassettiere dove i paramenti sono conservati: "Raso e damasco e taffetà policromi sono decorati da creazioni sartoriali di alto livello e di preziosità indicibile. Abbiamo predisposto tanti manichini sui quali posare questi reperti di valore e di bellezza suggestiva. Il commissario Piciocchi lavora ad un convegno storico nel quale da Napoli a Lione alla Spagna si possano raccontare vicende di uguali istituzioni in Europa".

Altre iniziative sono in corso per dare veste museale permanente alla struttura. Franco Boggero, funzionario della Sovrintendenza, racconta: "Il ministero dei beni culturali con un finanziamento di 180mila euro ha aiutato l'operazione, altri denari saranno utilizzati per l'archivio storico, la biblioteca e i mobili che hanno preziosità rara. Grande novità sarà anche l'esposizione di una quadreria, che vuole recuperare trenta dipinti dedicati ai santi più popolari, esposti nei cameroni e nei laboratori per consentire gesti di preghiera e di invocazione agli abitanti l'istituto".

Nella chiesa intitolata all'Immacolata Concezione ( la statua è scolpita da Pierre Puget), nucleo centrale a croce greca del complesso, molte tele di Piola, de Ferrari, Poggi, Azzolino: la crema della pittura del ‘600 non solo genovese.

Nei corridoi statue e nomi di illustri benefattori protagonisti della storia genovese. Tra Parodi, Testino, Massoero ed Emilio Beuf, fondatore della nota libreria Bozzi, è presente anche il nome di Arnaldo Mussolini, il fratello cattolico del duce, morto di infarto nel 1931: "in memoriam" qualcuno versò duemila lire.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news