LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SE LA TUTELA DEL PAESAGGIO ENTRASSE NELLA CAMPAGNA ELETTORALE
GIUSEPPE BARBERA
18 marzo 2017 LA REPUBBLICA




Il bene culturale di cui pi abbonda la Sicilia il paesaggio, per definizione natura che l'uomo trasforma in cultura. E se in molti hanno ricordato, nei giorni seguiti alla nomina di Palermo a Capitale della Cultura 2018, monumenti e musei, letteratura, musica e teatro poco si detto degli esiti felici che le arti hanno riservato all'isola quando si sono misurate con montagne, mari, boschi, campagne. La storia della Sicilia antica e complessa e la natura ricca di diversit fisiche e biologiche, cosicch la cultura si trovata a esprimere la numerosit degli intrecci possibili in innumerevoli paesaggi che, come confermano pagine di letteratura, dipinti, fotografie e pellicole, non hanno potuto prescindere dal manifestarne la bellezza. Alcuni sono stati sviliti dall'uomo, molti altri rimangono a stupire i visitatori, pi di quanto avvenga per i suoi abitanti (sicuramente per i loro amministratori) che spesso, forse perch abituati a essi, sono sembrati pi intenti a cancellarli che a conservarli e utilizzarli. Un esempio di tutto ci la Valle dei Templi dove ancora oggi possibile rivivere l'emozione di vigneti, olivi, mandorli, giardini in questo paesaggio di delizie, vero e proprio Eden, si scorgono i resti venerabili dell'antichit. L'accortezza di mettersi alle spalle i grattacieli e i viadotti della citt contemporanea ne , ovviamente, il necessario presupposto. La Valle stata sede, negli ultimi cinquanta anni, di momenti esemplari del rapporto tra l'Isola e i suoi paesaggi. A lungo simbolo del male ma anche della reazione a esso: alla grande frana provocata dalla speculazione edilizia che nel 1966 distrusse parte della citt, segu una legge nazionale che obblig tutti comuni a dotarsi di strumenti e standard urbanistici e fiss le norme di tutela del paesaggio e dei centri storici; alla strenua lotta all'abusivismo spesso condotta in solitudine dalle associazioni ambientaliste, segui una sempre pi diffusa coscienza civile. Da anni divenuta simbolo di efficaci azioni di recupero e di messa in valore: l'iscrizione dal 1997 al patrimonio Unesco, il Parco Archeologico e Paesaggistico regionale istituito nel 2000 e il Premio Paesaggio Italiano 2017 consegnato dal ministro ai Beni Culturali Franceschini a Giuseppe Parello, direttore del Parco della Valle dei Templi, nella Giornata del Paesaggio al progetto Agri Gentium, scelto tra 97 concorrenti per rappresentare l'Italia ad una fase successiva indetta dal Consiglio d'Europa. Le motivazioni si fondano sulla coerenza con i principi della Convenzione Europea sul Paesaggio, sulla capacit, quindi, di coniugare la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico con il recupero della memoria storica di antiche pratiche produttive ma conservative del paesaggio tradizionale ed enumerano la collaborazione con l'Universit di Palermo attraverso le iniziative di conservazione della biodiversit, la sinergia con il FAI e con il suo giardino della Kolimbethra, il recupero di un tratto di ferrovia, l'affidamento a privati di mandorleti recuperati e produttori di olio e vino prodotti in loco.

Un risultato prestigioso, evidenziato dai numeri (nel 2016 pi 20 % di visitatori rispetto all'anno precedente) ma importante anche perch dalle motivazioni possibile trarre utili lezioni a dimostrare quanto promettenti siano in Sicilia le politiche di tutela e di valorizzazione dei paesaggi spesso invece costrette a subire le angherie di altre politiche ritenute di prevalente utilit e che hanno portato al consumo di suolo lungo le aree costiere e periurbane, alla diffusione disordinata delle pale eoliche, alla cementificazione dei fiumi, alla fuga dalle agricolture "salva suolo" di montagna. Politiche che tengono insieme soggetti pubblici e privati, storia e natura, cultura e coltura. Ce ne sarebbe per stare ore a riflettere, magari appoggiati a un olivo secolare davanti a un tempio dorico, su cosa potrebbe concretamente significare in un anno per il quale la campagna rischia altrimenti di essere solo elettorale e non si occupa del rapporto tra presente e passato che il paesaggio offre alla riflessione.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news