LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MARGHERA - Niente interramento. Terna tira dritto sullelettrodotto
di Gianni Favarato
17 marzo 2017 LA NUOVA VENEZIA



Schiaffo a comitati e istituzioni che chiedono lo scorporo dellintervento dal progetto che interessa anche la Riviera


MARGHERA. Ci vorranno, come minimo, cinque anni per completare la procedura di autorizzazione del nuovo progetto di Terna per la Razionalizzazione della rete di alta tensione tra Venezia e Padova, che comprende anche l'intervento di interramento delle linee di alta e altissima tensione che attraversano il Vallone Moranzani a Malcontenta non venga affossato come il precedente, da decine di ricorsi e sentenze del Tar e del Consiglio di Stato.

Il rifiuto di Terna spa di scorporare il progetto di interramento dei tralicci delle linee elettriche nell'area del Vallone Moranzani, a Malcontenta _ dove dovrebbero essere stoccati i fanghi scavati dai canali e realizzato un parco urbano di 200 ettari _, suona come uno "schiaffo" agli appelli dei cittadini, delle istituzioni locali e perfino del Governo che detiene la maggioranza del pacchetto azionario, attraverso Cassa Depositi e Prestiti. A chiedere lo "scorporo" dell'interramento dei tralicci a Malcontenta _ e poter quindi realizzare tutti gli interventi previsti dall'Accordo di Programma per il Vallone Moranzani firmato nel 2008 dopo un'ampia consultazione della popolazione interessate _ sono la Municipalit di Marghera e tutto l'arco delle forze politiche che siedono in consiglio comunale e in quello regionale. Poche settimane fa, dopo un voto unanime del consiglio regionale in tal senso, l'assessore Roberto Marcato era andato apposta a Roma per insistere sulla necessit di scorporare l'interramento del le linee a Malcontenta dal progetto di Razionalizzazione di tutta la rete ad alta e altissima tensione tra Padova-Camin e Venezia-Dolo-Fusina. Lo stesso governatore del Veneto, Luca Zaia, aveva scritto inutilmente, due anni fa, una lettera al presidente di Terna spa e allamministratore delegato, per convincerli a sbloccare il previsto interramento dei tralicci e delle linee aeree esistenti nel Vallone Moranzani. La stessa richiesta di scorporo era stata inserita nel "Patto per Venezia" sottoscritto nel dicembre scorso dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro e dall'allora premier Matteo Renzi.

Tutto inutile, con la pubblicazione dellavviso legale di avvenuto deposito della documentazione per la richiesta di autorizzazione al ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il ministero dellAmbiente, il nuovo progetto di Terna che ricalca quello precedente andr avanti per la sua strada. Intanto, continuano le contestazioni di comitati e amministrazioni comunali della Riviera che chiedono linterramento dellintero percorso e non solo del tratto di Malcontenta e sono pronte a presentare nuovi ricorsi, analoghi a quelli che hanno affossato il progetto precedente che era inserito nel Piano di Sviluppo della Rete di Trasmissione Nazionale approvato dal ministero dello Sviluppo Economico nel 2003 e autorizzato nel 2011, aveva aperto i cantieri nel 2012, poi bloccati nel 2013 dalla revoca del Consiglio di Stato per un vizio di forma nel parere positivo espresso dal ministero dei Beni Culturali. Terna ha quindi ripresentato il progetto, rivedendo in parte il percorso aereo che si svilupper lungo lidrovia Padova-Venezia , giustificando il mancato scorporo per il tratto che interessa
il Vallone Moranzani, sostenendo che si tratta di un intervento unitario e inscindibile in quanto i due interventi possono vivere solamente insieme, cos come era previsto nellAccordo per il Vallone Moranzani, sottoscritto nel 2008 dagli enti locali.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news