LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENEZIA - Grandi navi tra soluzioni e rischi per il porto commerciale
Andreina Zitelli (*)
13 marzo 2017 LA NUOVA VENEZIA

Leggendo i giornali mi sono trovata in un dej vu, ricorrente. Per le grandi navi e la Laguna di Venezia, mi sembrato che tutto fosse precipitato in una voluta confusione. Mentre il ministro dell'Ambiente aveva appena firmato, dopo 5 anni, l'unica Via positiva al Progetto Venis Cruise 2.0 che ha seguito tutte le procedure stabilite, il ministro delle Infrastrutture si attestava su una ultima proposta, la pi interna possibile alla laguna, per assicurare forse agli operatori turistici il calendario delle crociere, in spregio al decreto Clini Passera concernente "Disposizioni generali per limitare o vietare il transito delle navi mercantili per la protezione di aree sensibili nel mare territoriale" (santuario dei cetacei e Laguna di Venezia). Delrio, alla Borsa di Milano, annunciava questa nuova / vecchia proposta come intelligente e delicata. Ecco la cronistoria delle posizioni di Delrio circa le alternative. Nel 2014 proponeva l'adeguamento del canale Contorta, nel 2015 lo del scavo canale e isola delle Tresse, nel 2016 Marghera (aula question time al deputato Marcon) in area Syndial o similari, nel 2017 l'adeguamento di tutto il tratto Bocca di Malamocco, canale industriale, canale Vittorio Emanuele (annunciato alla Borsa di Milano). Il ministro Delrio informa che questo progetto sarebbe predisposto in collaborazione con i ministri dell'Ambiente e dei Beni culturali, cio i ministri i cui Ministeri dovrebbero esercitare il controllo di competenza. Sarebbe una sfida temeraria proporre di arrivare alla Marittima dalla Bocca di Malamocco sostenendo che sia una soluzione davvero praticabile e compatibile con la sicurezza dei traffici, dei navigli e dei passeggeri, per non parlare della compatibilit ambientale. L'adeguamento del Contorta stato bocciato, lo scavo delle Tresse mai formulato, mai nati i progetti a Marghera. Ora il tracciato da Malamocco alla Marittima si snoda per un percorso di 25 chilometri, esige uno scavo di adeguamento di 7 -8 milioni di metri cubi di fanghi tossici che deve essere sottoposto a Via. Su questa rotta, che rimane l'unica via di accesso alla Laguna e al Porto, verrebbe concentrato tutto il traffico, quello delle nuove grandissime navi da crociera, allineate in convoglio, per una percorrenza con rimorchiatori per almeno due ore, e tutto il traffico commerciale. Il risultato di questa concentrazione, gi discusso sia dalla Capitaneria di Porto (nota del 2012) e dalla stessa Autorit Portuale (70 pagine nello Studio per dimostrare la bont del Contorta) quello certo di affossare il Porto commerciale e industriale. evidente che sembra si tenda al solo unico obiettivo di prolungare, sine die, il passaggio per il Bacino di San Marco. bene invece ricordare che in base all' Atto di indirizzo del governo, la conclusione della procedura di Via alla base della individuazione del progetto che rappresenta la soluzione alternativa che mette fine alla fase transitoria del Clini Passera, (come anche dice una sentenza del Consiglio di Stato). Si apre la fase della realizzazione che deve avanzare secondo le norme e senza pregiudizi, come esplicita invece il nuovo presidente dell'Autorit portuale, che si presenta molto poco cauto nella gestione di un caso delicato, unico e complesso come Venezia.
(*) ex docente Iuav ex componente Commissione Via




news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news