LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Liti per i lavori nella Mostra e il pestaggio del direttore
Roberto Russo
Corriere del Mezzogiorno 18/3/2017

Un appalto da 1 milione e 800mila euro per ristrutturare i padiglioni 7 e 8 della Mostra e ospitarvi il Museo archeologico dellarea flegrea. Un lavoro pubblico finanziato con fondi Ue. Un affare che non era certo sfuggito a Guglielmo La Regina, il signore degli studi di progettazione.

Quelle liti per i lavori nella Mostra e lo strano pestaggio del direttore

Sommese e La Regina arrivarono ai ferri corti. Laggressione a Paolo Stabile

NAPOLI Un appalto da un milione e 800mila euro per ristrutturare i padiglioni 7 e 8 della Mostra dOltremare e ospitarvi il Museo archeologico dellarea flegrea. Un lavoro pubblico importante, finanziato con fondi europei. Un affare che non era certo sfuggito a Guglielmo La Regina, il signore degli studi di progettazione, in carcere con laccusa di aver creato una triangolazione tra imprese, amministratori locali e professori universitari per spartirsi commesse e progetti pagati con soldi pubblici, con la benedizione di Pasquale Sommese quandera un potente assessore regionale al turismo della giunta Caldoro.

Dalle carte dellinchiesta della Dda viene fuori che gi due anni prima della pubblicazione del bando di gara da parte del Comune di Napoli (21 maggio 2015), La Regina sapeva tutto e stava preparando studi e progetti per quei lavori. E sapevano tutto anche gli altri finiti agli arresti: Loredana Di Giovanni, la donna di Mugnano che teneva i contatti con Antonello Sommese e suo zio Pasquale, ma pure Paolo Stabile, il direttore della Mostra (ora sospeso), e lex presidente Andrea Rea. Due anni prima insomma questo gruppo di persone, secondo quanto emerge dalle indagini, era al corrente dellimminenza dellopera. Tra loro parlavano, sincontravano, si scambiavano mail e partecipavano a riunioni. Tutte con un solo obiettivo: il progetto Gaiola e il museo nella Mostra.

Ma questa anche la storia di un appalto che non vedr mai la luce. I lavori per i padiglioni 7 e 8 infatti non sono pi decollati per una serie di ragioni. La principale? Nella nuova rimodulazione dei fondi europei dopo il 2014 quel progetto non pi stato finanziato. E cos oggi lEnte mostra sta provvedendo da solo a una serie di interventi temporanei sul padiglione 7, dove sar collocato larchivio storico dellEnel, mentre il padiglione 8 resta desolatamente vuoto e in attesa di interventi.

Ma torniamo ai giorni convulsi precedenti allappalto. C la promessa di 30 mila euro a Paolo Stabile da parte di La Regina che con la sua Archicons interessato alla progettazione dellintervento. E poi ci sono i contatti tra Antonello Sommese, dopo il finanziamento dellopera deciso dallassessore regionale, con la Regina. Due sono le imprese segnalate: la Bretto opere stradali, che tuttavia rinuncia, e la Geniale srl. Secondo i magistrati La Regina contatta presidente e direttore della Mostra per garantirsi via libera sulla Geniale e per i progetti i professori universitari Sergio Stenti e Umberto Perillo. Contatta pure Francesco Capotorto della ditta Percorsi di luce, che gli viene segnalato - sempre secondo laccusa - dalla soprintendente ai Beni culturali Adele Campanelli.

Gi nel febbraio 2013 per comincia un vorticoso giro di mail tra La Regina e altri personaggi. Il 22 febbraio ad esempio invia un file a Paolo Stabile Progetti-Gaiola- relazione (2).docx, con tanto di nota: Ti giro lultima versione con qualche modifica di stile. Fai inviare al Presidente questa versione. Un saluto, Guglielmo. Altre mail vengono spedite a vari indirizzi. Commentano gli investigatori: Risultano presenti nella documentazione informatica alcuni professionisti che paiono estensori del progetto da presentare in Regione, senza che essi abbiano alcun titolo nella progettazione.

Il 20 giugno 2014 c gi fibrillazione perch il Comune non ha ancora pubblicato il bando. Durante una conversazione intercettata il prof universitario Sergio Stenti (uno degli arrestati), parlando con Umberto Perillo e La Regina si fa scappare: Mi ha detto Guglielmo che il 30 giugno sar pubblicato il bando dei padiglioni alla mostra. Perillo replica: Ma sicuro?. E La Regina: Cos mi ha detto Paolo. La pubblicazione per tarda e il 9 luglio La Regina e Loredana Di Giovanni ne discutono con una certa apprensione. Dice limprenditore: Stamattina Paolo ha chiamato incazzato il Comune, ha detto tra laltro, mo dalla Regione arriver pure la lettera di sollecito...e gli hanno detto: tutto a posto ha firmato pure il dirigente, a giorni dovrebbe essere pubblicata.

Ma i ritardi del Comune di Napoli non rappresentano le uniche preoccupazioni di La Regina e soci. Il successivo 7 novembre il titolare di Archicons parla nel suo ufficio con la solita Loredana. Ieri sono stato a pranzo con Paolo Stabile e Gabriella...mi sono portato mezza Mostra a pranzo. Lei chiede: E allora? Non hanno prodotto niente, che pensano? E La Regina rivela: Veramente abbiamo parlato del fatto che Paolo stato picchiato...stronzate, comunque convinto che sia stato quello l dei parcheggi.

Tra limprenditore e la Regione a un certo punto i rapporti diventano burrascosi. Motivo: la cifra in acconto sullattivit di progettazione dei lavori. Il 23 febbraio 2015 la situazione precipita. Loredana Di Giovanni spiega a Guglielmo di aver preso una cazziata da Antonello Sommese. Mi ha detto che se riferisco a Pasquale una cosa del genere avete chiuso con lassessorato.

Loredana riporta senza mezzi termini il pensiero di Sommese: Vuol sapere se tuo padre sa ha detto che tu stai facendo unestorsione a un amico. La Regina a quel punto va su tutte le furie: Se fai una gara oggi qualsiasi studio di progettazione di merda si piglia 20.000 euro. E lei: S ma ha detto lui che non esiste proprio, vuole capire 10.000 ma 15 mila euro per la progettazione....



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news