LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Garibaldi, Mazzini, Mussolini le lettere dellarchivio perduto
17 marzo 2017 CORRIERE DELLA SERA

Cinquanta metri lineari di carte, dimenticate per anni nei locali di una ditta di traslochi della provincia pisana. Lettere e documenti inediti firmati da Garibaldi, Mazzini, Ricasoli, Guerrazzi, ma anche da Mussolini, Croce, Salvemini, Filippo Turati, Antonio Labriola di Marco Gasperetti Garibaldi e Mazzini ritratti assieme Garibaldi e Mazzini ritratti assieme shadow 240 1 Cinquanta metri lineari di carte, dimenticate per anni nei locali di una ditta di traslochi della provincia pisana. Lettere e documenti inediti firmati da Garibaldi, Mazzini, Ricasoli, Guerrazzi, ma anche da Mussolini, Croce, Salvemini, Filippo Turati, Antonio Labriola. Sono il tesoro perduto e poi finalmente ritrovato del Risorgimento del Post Risorgimento. Migliaia di testimonianze (missive, stampe, foto, cimeli) che in questi giorni gli studiosi della Scuola Normale di Pisa stanno riscoprendo, analizzando e catalogando. E la prima sensazione, davanti a quel patrimonio custodito di una sala del Palazzo della Canonica, in Piazza dei Cavalieri a Pisa a due passi dalla sede storica della Normale, di osservare un tesoro sepolto che affiorando ci regala straordinari bagliori. Sono gli archivi della Domus Mazziniana, che grazie a un accordo tra Normale, Mibac e sovrintendenza archivistica della Toscana, non solo torneranno interamente fruibili al pubblico, ma stanno regalando agli studiosi inediti. Come la lettera, struggente, di Maria Drago, la madre di Giuseppe Mazzini, nella quale lamore filiale si confonde con lamor di patria. Maria teme per la vita del figlio, percepisce che il destino irreparabile sia pronto a colpire, eppure lo incita a perseverare nellagitazione repubblicana. Straordinaria, poi, la missiva firmata da Giuseppe Garibaldi il 3 luglio 1867, nella quale chiede allamico Giuseppe Dolfi, sorprendente figura di fornaio e intellettuale fiorentino, lordine di alcune camice rosse dimandate alle signore Italiane incaricandole di inviarle a voi. Ditemi se non avete difficolt di riceverle.

Le camice rosse
Le camice rosse sono la divisa delle truppe di Garibaldi che sta progettando nuove imprese nello Stato Pontificio, preparatorie alla Breccia di Porta Pia del 20 settembre del 1870. Sono carte fondamentali per comprendere ancora meglio il periodo risorgimentale e post risorgimentale che si allunga sino allavvento del fascismo spiega Daniele Menozzi, docente di Storia contemporanea alla Normale e presidente del centro archivistico . Ci troviamo di fronte a migliaia di documenti che stiamo catalogando e mettendo in ordine e questi documenti sono una continua sorpresa. Come la lettera che un giovane e squattrinato Benito Mussolini invia nel 1904 da Losanna ad Arcangelo Ghisleri, professore e giornalista, mazziniano convinto e fondatore di Cuore Critica, giornale che poi lascer al socialista Filippo Turati che trasformer in Critica Sociale, la prima grande rivista socialista. Egregio Professore, venerd della settimana scorsa le ho spedito la trascrizione unitamente alloriginale e una mia lettera. scrive preoccupato Mussolini in cerca di un lavoro come traduttore di tedesco - Non ho ricevuto notizie, n s n no, se il manoscritto le giunto. Favorisca rispondermi affinch, se trattasi di disguido postale o di abuso poliziesco alla frontiera (non la prima volta) si possano fare le pratiche del caso. Mussolini non perseguit lantifascista Ghisleri aiuter Mussolini che si sdebiter con il Professore, che sempre si dichiar antifascista, non perseguitandolo. Stiamo analizzando anche le foto e cimeli con i quali Ghisleri voleva realizzare un museo iconografico del Risorgimento in Svizzera rivela il professor Menozzi -. Chiese e ottenne il materiale dai principali protagonisti risorgimentali, tra i quali Cairoli, Crispi, De Pretis, Garibaldi. Larchivio sar anche digitalizzato e il grande database potr essere consultato via Internet da tutti.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news