LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - "Centro storico, addio Unesco"
ALESSIO GEMMA
21 marzo 2017 la repubblica




C' attenzione dell'Unesco sul Centro storico. Resta il pericolo che Napoli possa entrare nella black list, rischiare la cancellazione del prestigioso titolo Unesco. La consigliere comunale Elenca Coccia, presidente dell'osservatorio Unesco Napoli, lancia l'allarme in consiglio, davanti al sindaco Luigi de Magistris. L'occasione data dall'ennesimo rinvio da parte dell'aula che dovrebbe votare i nuovi componenti dell'osservatorio. Il mio un appello ultimativo - conclude Coccia - necessario che l'osservatorio riparta . Venerd c' stato un vertice in Regione sul Centro storico, alla presenza tra gli altri della dirigente del ministero dei Beni culturali con delega all'Unesco, Maria Grazia Bellisario, e dell'ambasciatore presso l'Unesco Francesco Caruso. Non c' un atteggiamento benevolo da parte della Regione, rivela Coccia. Ma il problema sono anche le delazioni che mandano all'Unesco associazioni e singole persone sullo stato in cui versa il Centro storico, lamentando l'assenza di decoro e le scritte sui monumenti.

Sul sito erano programmati 100 milioni di fondi europei sul periodo 2007-2013: il ciclo si concluso, i fondi spesi sono stati circa 5 milioni, e il resto stato rifinanziato sul nuovo programma 2014-2020.

La Regione spiega Coccia ha dato l'ok alla prima anticipazione dei nuovi fondi, circa 12 milioni, solo a dicembre 2016. Vuol dire che fino a quel momento si non poteva spendere nulla. Ma i ritardi poi sono dovuti anche ad altri fattori: come il nuovo codice degli appalti. Prevede che i progetti siano non pi definitivi ma esecutivi, per cui le nuove gare devono rispettare la nuova modalit e i tempi si allungano. Sono 24 i cantieri gi andati a gara su 27 in totale. In ultimo continua Coccia - manca la collaborazione con alcuni enti. Faccio due esempi. Alcuni progetti riguardano beni dell'Asl. Ci sono dei giudizi in corso sulla propriet effettiva di quei monumenti. Nel caso, per esempio, dell'ex ospedale della Pace il Tar si dichiarato incompetente dopo 12 anni e ora spetta al tribunale ordinario stabilire di chi la propriet. Difficolt anche con la Curia: una chiesa conteneva 3mila crocifissi, si dovuto trovare prima un immobile dove sistemarli . Getta acqua sul fuoco l'assessore all'Urbanistica Carmine Piscopo: A gennaio abbiamo ricevuto l'anticipazione dei fondi dalla Regione, il Comune ha sottoscritto i contratti di due lotti di strade dei tre appaltati. A breve inizieranno i lavori. Si sta procedendo alla verifica di tutti i documenti presentati dalle imprese per poter procedere con ulteriori contratti. Conclude Coccia: L'osservatorio stato preso da esempio dal ministero. Troviamo un accordo sui componenti, non trasfor-miamolo in una cattiva pratica .



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news