LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Processo alla scultura "Messaggio alla citt"
29 marzo 2017 LA REPUBBLICA



L'UDIENZA LA DIFESA DI CLET, ARTISTA IMPUTATO

QUESTA scultura un messaggio ai fiorentini e a Firenze: vivere fare un passo nel vuoto, nell'ignoto, nel futuro. Firenze una citt blindata. Se i fiorentini vogliono continuare a vivere, devono fare un passo nel vuoto. La scultura il "piccolo uomo nero", l'"uomo comune", che a lungo, dal 20 gennaio 2011, ha mandato il suo messaggio ai fiorentini da uno sperone del Ponte alle Grazie. Ed per quella fragile figuretta che ieri Clet era in tribunale, accusato di violazione del codice dei beni culturali per averla installata senza autorizzazione sui lungarni, che sono zona paesisticamente vincolata, e di occupazione abusiva di suolo pubblico, anche se per molto tempo n Soprintendenza n Comune hanno avanzato obiezioni sulla scultura in bilico sul ponte.

In attesa dell'avvio del processo, che poi stato rinviato al 25 maggio, Clet Abraham, bretone, 51 anni, accanto al suo avvocato, Giacomo Passigli, parla del suo rapporto con la legge e con la citt di Firenze, avvinta nel suo splendido passato. Clet celebre non solo per l"uomo comune" ma anche per i suoi interventi sui cartelli stradali. Le frecce vengono trasformate in pinocchietti o chitarre, oppure trafiggono un cuore. La P dei parcheggi emette piccole auto. Il cartello che indica una strada senza sbocco diventa una croce sorretta da un Cristo dolente. Per i suoi cartelli modificati Clet ha ricevuto molti apprezzamenti e molte denunce. Io cerco di mettere in luce le contraddizioni della legge, spiega: L'uomo ha bisogno di libert mentre la legge lo vuole incatenare. Una istituzione capace di ammettere anche la critica e la discussione pu evolvere e aprirsi all'ascolto dei cittadini, altrimenti ferma e autoritaria .

L'"uomo comune" spiega nasce da un'intuizione: una citt che vive in stato di oppressione, che ha bisogno di chiedere autorizzazioni, che castrata, deve provare il diritto di rischiare e di vivere.

Clet vive a Firenze dal 2005. Perch non a Parigi o in qualche capitale pi aperta al futuro? Perch Firenze? stata una scelta di famiglia e di affetti, spiega. Ma in realt non stato un caso: Firenze e il mio spirito provocatorio si sono trovati. (f.s.)






news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news