LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monumenti a numero chiuso ?
Carlotta De Leo
Corriere della Sera 2/4/2017

Da Piazza San Marco alla Fontana di Trevi,la proposta di Franceschini divide. Sgarbi: tutele giuste. Daverio: no ai tornelli

Piazza San Marco e Fontana di Trevi: in questi e altri luoghi simbolo non si pu mettere un ticket, ma servono regolatori di accesso. Saranno necessari prima o poi. Il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, ipotizza una sorta di numero chiuso per tutelare i centri storici. Il problema la gestione dei flussi turistici che a Roma superano i 40 milioni di presenze allanno e a Venezia sfiorano i 30 milioni.
Dati a confronto

E che ci sia bisogno di rivedere il modello di promozione turistica del Paese, lo dimostrano i dati presentati al Forum di Confcommercio dove Franceschini ieri era ospite: nel 2016 in Italia sono arrivati quasi 56 milioni di stranieri, l1% in pi del 2015 e ben il 55% in pi rispetto al 2001. Il dato si scontra per con due tendenze negative: il calo dei turisti italiani (-2% di arrivi) e le vacanze pi brevi degli stranieri. Se nel 2001 un turista si fermava in media 4,1 giorni nel Belpaese (e spendeva 1.034 euro) oggi resta 3,6 giorni con un budget ben pi basso: 661 euro (-36%). Ed per questo che secondo il ministro bisogna puntare a un turismo deccellenza, quello che porta ricchezza e non al mordi e fuggi. A tal fine c bisogno di bisogno di far conoscere anche le bellezze nascoste del Paese. Il Colosseo ha sei milioni di visitatori lanno. Palazzo Venezia, che a 600 metri di distanza, solo 50 mila dice il ministro.
Politica degli attrattori

Lanalisi di Franceschini giusta, se non fosse che da tempo il suo ministero ha puntato tutto sui grandi attrattori culturali attacca Tomaso Montanari, storico dellarte e docente alluniversit Federico II di Napoli . Si investito per lo pi su grandi musei e monumenti che non hanno bisogno di nuovi arrivi, bens di essere decongestionati. Oppure su eventi di massa come le domeniche gratis, per poi far tornare a pagare il biglietto agli over 65 che al museo ci vanno con i nipoti. Pensare adesso ai regolatori di flusso una sconfitta.

Politica, prima di tutto: Esiste una gerarchia implicita che porta il potere ad associarsi ai luoghi pi noti dellimmaginario collettivo sostiene Montanari . Il Paese dovrebbe andare in senso opposto: puntare sulla ricchezza diffusa, sullo sterminato patrimonio lontano dalle citt darte. Ma per fare questo necessario che tutto sia raggiungibile, che lintero Paese sia reso percorribile. Franceschini ha anche parlato della necessit di fare il Ponte sullo Stretto: Ancora grandi opere, figlie della stessa ratio .
Fermare i barbari

Si schiera dalla parte del ministro invece Vittorio Sgarbi. I nostri centri storici sono delicati e vanno tutelati. Lho detto anche per il restauro della Scalinata di Trinit dei Monti. Ora dovremo capire in che modo si possano regolare i flussi. Troppi, secondo il critico darte, i casi di intrusione selvaggia e incondizionata, una quotidiana calata di barbari pericolosa prima di tutto per le nostre opere darte. E che poi lascia sporcizia ovunque in luoghi che dovrebbero essere preservati come gioielli preziosi. Quello che successo tempo fa alla Barcaccia di piazza di Spagna non stata la devastazione, ma lumiliazione dellopera darte. Quella fontana assalita dagli hooligan stata ridotta a un vespasiano davanti agli occhi del mondo.
Il turismo slow

Punta invece laccento sulla promozione di itinerari alternativi Philippe Daverio: Il Colosseo bello, ma ancor pi interessante lArco di Tito se facciamo conoscere la sua storia ai turisti. Riuscire in questa missione sarebbe un regolatore di flussi ben pi bello e proficuo di un tornello o di un biglietto, dice il critico darte. E poi propone la sua idea di slow tourism per Roma e le altre grandi citt darte. E la spiega cos: Goethe quando venne a Roma quasi 350 anni fa non and a vedere solo i monumenti da cartolina. Freud contempl per ore il Mos di Michelangelo e oggi, in quella stessa spettacolare chiesa di San Pietro in Vincoli, il turismo non certo di massa. La funzione del ministero proprio quella di rivolgere i riflettori (e i finanziamenti) in molteplici direzioni. Dobbiamo far capire ai turisti, gi prima dellinizio del viaggio, che qui c arte in ogni angolo.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news