LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Sarebbe come vincere la lotteria"
JACOPO RICCA
04 aprile 2017 LA REPUBBLICA





IL NOME Nefertiti sono tutti restii a farlo, ma che il sogno sia trovare la tomba della regina pi bella d'Egitto lo si capisce anche solo guardando la locandina dell'evento organizzato ieri al Politecnico dove campeggia il suo celebre busto: Si tratta di una ipotesi audace, ma non l'unico obiettivo della nostra missione, n il principale , assicura Franco Porcelli, docente di Fisica dell'ateneo di corso Duca degli Abruzzi e responsabile del progetto che ha portato nella Valle dei Re otto italiani, tra ricercatori del Poli, dell'Universit e della Geostudi Aster di Livorno: Se la trovassimo sarebbe come vincere la lotteria, ma quello che vogliamo fare pi complesso e da quello non dipende il successo della spedizione.

Che cosa vi farebbe dire di aver raggiunto l'obiettivo?

Noi abbiamo una grande responsabilit perch questa potrebbe essere l'ultima missione in cui si utilizza il georadar nella zona, i risultati della missione inglese del 2007 non sono stati quelli che si sperava. Ora la tecnologia per la mappatura geofisica pi efficace. Si tratta di nuove tecnologie che potrebbero avere un impatto importante sull'archeologia, se riuscissimo a trasferire queste competenze ai colleghi egiziani sarebbe un ottimo risultato. Per per farlo dobbiamo convincere, prima di tutto noi stessi, e poi gli archeologi che questa tecnologia pu rivoluzionare il modo di fare gli scavi.

Per quale motivo sarebbe rivoluzionario?

L'archeofisica un filone nuovo anche per me, almeno fatto in prima persona, per potrebbe garantire una minore invasivit. Permetterebbe di evitare l'approccio classico di scavo dell'archeologia. Quello che facciamo raccogliere dati sulla struttura del terreno della zona archeologica, inviando stimoli elettrici e magnetici che ci dicono se ci sono pieni o vuoi e che dopo una elaborazione possono farci dire se siano opera umana o meno.

Si sente una specie di Indiana Jones?

Sono un grande fan della saga, ma il nome di Indiana Jones non mi piace e non mi ci identifico perch proprio il contrario del nostro modo di lavorare. Noi lavoriamo di squadra e facciamo qualcosa di molto diverso. Non potremo mai dire che in un determinato punto c' la tomba di un faraone, ma solo che l sotto c' qualcosa che potrebbe essere interessante per gli archeologi.

Si sempre occupato di archeologia?

una passione che avevo fin da bambino, poi l'ho lasciata da parte, ma finendo in Egitto l'ho potuta coltivare. Sono stato per otto anni, fino al 2015, consigliere scientifico dell'ambasciata italiana in Egitto e da l mi sono interessato al tema dei beni culturali e dell'attivit archeologica, i nostri due Paesi sono superpotenze nell'ambito dei beni culturali.

Quali sono le prospettive?

Fino ad ora dal punto di vista finanziario abbiamo chiesto poco al Politecnico, servono fondi e li stiamo cercando anche fuori. Uno dei miei obiettivi coinvolgere anche il museo Egizio.

Quando torner nella Valle dei Re?

La situazione politica dell'Egitto ha allungato i tempi dei permessi. Per avere l'ok ci vogliono tra i 4 e i 5 mesi, so che arriveranno entro breve e penso potremo ripartire a fine aprile. Poi faremo ancora un paio di spedizioni per la zona della tomba di Tutankhamon e invieremo le nostre conclusioni agli archeologi egiziani. Il progetto pi ampio sulla Valle potrebbe durare anche tre anni.




news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news