LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Siamo al suicidio culturale e turistico
Vittorio Emiliani
Il Fatto quotidiano 7/4/2017

L'esecutivo apre al banchetto dei costruttori, si cancellano molte verifiche e si aggirano i vincoli paesaggistici

Sul Codice per il Paesaggio Rutelli/Settis il governo e per esso il ministro Dario Franceschini cala di nuovo, col solito decreto, la scure. Via i controlli delle Soprintendenze sulle autorizzazioni paesaggistiche in aree gi tutelate, vincoli ritenuti da privati e Comuni "inutili appesantimenti burocratici allo sviluppo". Il termine "semplificazione"significa infatti che saltano o vengono resi impossibili i controlli tecnico-scientifici delle Soprintendenze. Matteo Renzi le detesta da sempre e presto finiranno sotto la cappa dei Prefetti. Riforma nel complesso lodata da nomi illustri come Sabino Cassese.
Il decreto vige da ieri, 6 aprile. Qualcuno protesta? Per la verit il consiglio nazionale di Italia Nostra ne ha discusso, decidendo alla fine di "non disturbare". Eppure lo scasso clamoroso. L'Italia uno dei Paesi pi "impermeabilizzati" (asfalto+cemento) d'Europa, Napoli lo al 64% della superficie, Milano per il 54 %, con Monza e Brescia vicine. Alluvioni assicurate. A Casavatore (Napoli) c' appena un 10% di terreno libero. Resistono le aree vincolate dalle leggi Bottai (1939) e Galasso (1985), il 47 % dell'Italia, la pi bella, dove valutare con rigore ogni trasformazione. E invece il governo le apre al banchetto dei costruttori. Via il Codice, via l'art. 9 della Costituzione.
Non soltanto si "semplifica" e velocizza. Si cancellano le verifiche per 31 tipologie di interventi. Nei centri storici - fatti salvi gli edifici vincolati - si potr fare di tutto: nuove finestre e porte, lucernari, pannelli solari, mini-pale eoliche, gazebo, chioschi. Sulle spiagge porte aperte a nuove strutture e baracche, in campagna ad altre serre e sulle strade panoramiche ai cartelloni pubblicitari. Un flagello.
Il Dpr 31/2017 inoltre taglia i tempi con la scure dove ancora bisogna chiedere un autorizzazione alle Soprintendente. E poich gli architetti delle Soprintendenze sono appena 539 per l'Italia tutta (1 ogni 283 Kmq vincolati) e devono esaminare ciascuno, come minimo. 4-5 pratiche al giorno, con missioni, sopralluoghi, ricerche, ecc., il gioco fatto. La prima autorizzazione va chiesta ai Comuni a ci delegati dalla Regione e affamati di soldi dalla lesina di Stato. Riguarda i "territori costieri compresi in una fascia della profondit di 300 metri dalla battigia", le rive dei laghi e dei fiumi, le montagne, i parchi naturali, le zone archeologiche. Ma qui il divieto di costruire non dovrebbe essere assoluto, "di per s"? No. Roba da insurrezione.
Per le aree "ad autorizzazione paesaggistica ordinaria" il Comune trasmetter la richiesta in 40 giorni alla Soprintendenza la quale deve rispondere, termine "perentorio", in 45 giorni. Poich ci palesemente impossibile, il Belpaese subir altri sfregi nell'interesse di pochi.
Ed ecco i regali degli interventi "semplificati": autorizzati incrementi di volumetrie fino a 100mc, nuove porte e finestre, chiusure di balconi e terrazze (altre cubature). Soltanto 20 giorni concessi alle Soprintendenze in modo "tassativo" per un parere vincolante. Una beffa per la collettivit. Se dicono di no, devono comunicare entro 10 giorni (sic) "i motivi che ostano" indicando come modificare il progetto. Se non rispettano i 20 giorni per rispondere, "si forma il silenzio assenso". Ah, finalmente, la magica formula che spalanca il tesoro dei nostri magnifici paesaggi ai tanti ladroni in agguato: silenzio-assenso!
Insomma, invece di tutelare, con amore e sensibilit, la bellezza residua che tanti turisti attrae, la si stupra con altro cemento, con arredi urbani pacchiani. Chi si alzer in Parlamento a denunciare questo "suicidio" culturale, e pure turistico, del Belpaese? E Franceschini viene definito dal presidente del FAI, "il miglior ministro della Cultura che abbiamo avuto". Dove siamo sprofondati?



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news