LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PISA - Sinopie, tolto anche l'ultimo ponteggio
07 aprile 2017 LA REPUBBLICA

PISA - Anche l'ultimo ponteggio dalla facciata del museo delle Sinopie in piazza dei Miracoli stato rimosso. I lavori sono conclusi, dopo quasi tre anni e mezzo dal loro inizio (ottobre 2013). Ci sono volute ben otto proroghe ai 365 giorni fissati in origine dall'Azienda ospedaliera per terminare l'intervento, proroghe frutto di una serie di prescrizioni che in corso d'opera la Soprintendenza ha inserito nel progetto originale. Se da una parte c' la soddisfazione per aver restituito ai turisti la splendida facciata del museo delle Sinopie, dall'altra si riapre la questione delle bancarelle che proprio per consentire i lavori sono state rimosse nel settembre 2013 e successivamente trasferite in piazza Manin. Una vicenda complessa che vede ad oggi i bancarellai in attesa di notizie dal Comune sul loro futuro: la loro speranza di rientrare in piazza, aggrappandosi all'ordinanza del 2012 che prevedeva appunto un trasferimento temporaneo legato ai lavori. Ma da quell'ordinanza tante cose sono cambiate. In particolare sopravvenuto un protocollo di intesa tra Comune, Regione e Soprintendenza in cui prevista, tra l'altro, la costituzione di un comitato chiamato a decidere se le bancarelle sono compatibili con l'area monumentale. Nel frattempo la Confesercenti ha riproposto un suo progetto del 1997 per la ricollocazione dei banchi nell'area del Santa Chiara divisa da un muro (che verrebbe in parte aperto) con piazza dei Miracoli. Progetto sul quale il Comune non si ancora pronunciato. Prove di dialogo si sono avute in un paio di riunioni - c' anche in ballo il nuovo piano del commercio su aree pubbliche - ma senza alcun passo avanti. Da qui una ulteriore mossa della stessa Confesercenti che ieri ha inviato una lettera al prefetto Attilio Visconti a firma del suo coordinatore Anva (il sindacato ambulanti) Giulio Garzella. Lettera che tra l'altro fa riferimento all'incontro che i bancarellai avevano avuto con Visconti nel giugno scorso. Avevamo davvero pensato che il suo intervento promessoci nell'incontro del 23 giugno 2016 - scrive Garzella - avrebbe, se non risolto i problemi, almeno accelerato le procedure con l'individuazione di una soluzione accettabile e condivisa. Ma il tempo passato ed ancora soluzioni all'orizzonte non ne vediamo. Anzi pensiamo proprio non ve ne siano. Eppure anche le sentenze parlano chiaro: finiti i lavori gli operatori avrebbero dovuto tornare al loro posto. Non sappiamo capacitarci dell'immobilismo di chi, non solo per dovere istituzionale ma anche per rispetto di 44 lavoratori, avrebbe dovuto gi da un pezzo portare a soluzione la vicenda. Non possiamo pensare che davvero non interessi la sopravvivenza di 44 aziende, piccole aziende. La prossima settimana sar la settimana di Pasqua e, sinceramente, non intendiamo trascorrerla ancora senza nessuna iniziativa. Ovviamente pacifica, come lo sono state le poche altre fin qui svolte.




news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news