LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nella spazzatura dell'et imperiale Bononia riscopre segreti e illusioni
PAOLA NALDI
18 aprile 2017 LA REPUBBLICA




CHISS cosa penseranno i nostri pronipoti quando fra 2000 anni analizzeranno le nostre discariche dei rifiuti? Cosa potranno "leggere" di noi trovandosi tra le mani "fossili" e tracce del nostro vivere quotidiano? Le stesse domande se le pongono gli archeologi contemporanei analizzando le vestigia degli antichi romani che abitavano Bononia. Case, edifici, resti di antiche ville. E un "reperto" davvero molto, molto particolare: una discarica di materiali edili di et imperiale che si presta alla elaborazione di nuove teorie, per trovare conferme su come si sviluppava la citt.

La cava uno ritrovamenti degli ultimi scavi, intrapresi in concomitanza con i lavori per realizzare una centrale elettrica del Crealis nelle viscere di Porta San Donato. Qui si sono ritrovate alcune sepolture e una cava per il prelievo d'argilla che poi diventata una discarica di materiali edilizi, con la presenza anche di intonaci, e di qualche anfora di uso comune. Non possibile avanzare delle ipotesi sulla tipologia della costruzione, ma si capisce che si tratta della dismissione di un edificio abbastanza grande che si trovava nelle vicinanze, dice Renata Curina, il funzionario della Soprintendenza archeologica di Bologna che da molti anni segue tutti gli scavi sotto le Torri. Sono dati importanti perch in via indiretta ci permettono di conoscere le frequentazioni della zona. La citt cresce mantenendo un'area sub-urbana ricca di attivit produttive e con un sepolcreto, area che in epoca Medievale diventer un quartiere tra le due cinte murarie. Possiamo stabilire dunque una continuit insediativa fino alla fase Medievale .

Ultimo dettaglio emerso, e rilevante, un alveo fluviale antico, precedente l'Et del Ferro, che i geologi stanno ancora studiando ma che potrebbe corrispondere ad un ramo dell'Aposa. Gi, perch gli scavi non sempre regalano reperti preziosi da esporre nei musei, ma sono comunque utili agli archeologi per ridisegnare la mappa di Bologna, completandola con nuovi dettagli.

Altre novit, in questo senso, arrivano dagli scavi realizzatiper costruire un'isola ecologica di Hera in piazza Santo Stefano, all'angolo con via Farini. Il cantiere (gi chiuso) oltre ad un edificio di prima et imperiale ha messo in evidenza alcune sepolture sempre di et romana, i cui corredi funerari hanno riconsegnato oggetti di poco pregio, come alcuni balsamari in vetro; sepolture che per risultano significative perch tracciano un collegamento tra le aree di Santo Stefano e San Giovanni in Monte. Negli anni Novanta, quando stata restaurata piazza Santo Stefano, furono rinvenute alcune tombe della I et imperiale, che nel tempo furono sostituite da sepolture legate al complesso di Santo Stefano, spiega ancora Renata Curina. Analogamente, in occasione degli scavi realizzati tra il 1996 e il 2000 in San Giovanni in Monte, si sono scoperte tracce murarie di un edificio realizzato sempre nel medesimo periodo. Il ritrovamento di queste nuove sepolture, che sono nello spartiacque tra le due zone, attestano che le due aree erano collegate anche in epoca romana, che lungo la via Emilia si sviluppava un quartiere suburbano di prestigio e che anche prima di entrare in citt si trovava una necropoli.




news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news