LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Sorpresa, la citt parla inglese Record di stranieri per il ponte Tutto esaurito anche per il Primo maggio
SIMONE ARMINO
IL RESTO DEL CARLINO - 26 aprile 2017

La fila in autostrada direzione mare andata in scena in questi giorni di ponte come da tradizione. Ma ci che i vacanzieri bolognesi forse non sanno anche se ormai dovrebbero aspettarselo che, contemporaneamente, la loro citt stata invasa dai turisti. Inglesi e americani soprattutto. E poi svedesi, spagnoli e ovviamente italiani. I pi recenti dati diffusi da Regione, Bologna Welcome e Federalberghi-Ascom partono dal tutto esaurito di Pasqua e Pasquetta, ma guardano gi al Primo maggio, festa pi internazionale, pronta a stracciare i record 2017. E all'orizzonte, tanto per stupirci, c' il miracolo di Ferragosto: addio serrande chiuse e citt svuotata: Gi da oggi chiarisce Giovanni Trombetti, manager dei Savoia Hotels e vicepresidente di Federalberghi , registriamo un 3% di prenotazioni su agosto rispetto allo scorso anno. Numeri pronti a superare il trend del 2016, con quasi 2 milioni di visitatori, 13,3% di arrivi, in crescita del 20,3% sul 2015. IN POLE position, si diceva, i visitatori di lingua anglosassone. Con gli inglesi al primo posto ( 26% di pernottamenti in pi sul 2015 e 34% sul 2014) e gli americani in forte crescita ( 13% sul 2015 e 16% sul 2014). Presenze spinte, oltre che dalla promozione istituzionale fatta, anche dall'interesse sempre crescente di tv e giornali d'Oltremanica e d'Oltreoceano. Lo spartiacque, assicurano ristoratori e albergatori, dato dalla realizzazione, lo scorso anno, dello speciale della Bbc inglese, messo in onda spesso ancora oggi in replica. Ma di Bologna si occupato di recente anche il New York Times, mentre di tagliatelle, parmigiano e tortellini parla spessissimo Chefs Table, una serie di documentari in onda su Netlux. E sempre dagli States in arrivo a fine maggio una troupe di Pbs, la tv di Stato Usa. Star in citt cinque giorni, e filmer la fabbrica Lamborghini, la bottega del liutaio Stefanini, in via Belle Arti e, ovviamente, i piatti nei ristoranti. La regia di tutto, ovviamente, di Bologna Welcome. FUORI dall'asse Usa-Uk, non scherzano neppure gli spagnoli ( 29% di presenze nel 2016 sul 2015), i tedeschi ( 21%) e i visitatori provenienti da Russia ( 27%) e Medio Oriente ( 30%). Galeotto, in quest'ultimo caso, il nuovo volo diretto per Dubai di Emirates, complice anche dello sbarco sotto le due torri di sempre pi australiani. Le richieste? Molte bici per gli stranieri in hotel, e per gli italiani soprattutto informazioni sulle mostre (Dall, Mir e Bologna medievale le pi gettonate in questi giorni). Ma nei ristoranti i dati Ascom registrano un 4% rispetto agli stessi periodi dello scorso anno che come prassi hanno luogo le richieste pi strambe. Metabolizzati gli spaghetti alla bolognese (c' anzi ormai chi cavalca l'onda), il nuovo must la pizza frutti di mare e parmigiano di americani e tedeschi. Cosa non si fa per accoglierli.



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news