LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pasticcio Nuvola spostata di 2 metri e il marciapiede occupa la strada
ARIANNA DI CORI
01 maggio 2017 la repubblica





NON si tratta solo di un evidente intralcio al traffico, ma dell'interruzione della visuale prospettica dall'Archivio Centrale di Stato alla basilica dei Santi Pietro e Paolo, ai due estremi del lungo viale tutelato a livello architettonico e urbanistico dalla Sovrintendenza di Stato, cos come tutto il quartiere Eur.

Apparentemente, nell'arco degli otto anni di costruzione, nessuno non il progettista, non i costruttori Condotte spa, n il proprietario dell'immobile Eur spa, n Comune o Polizia Locale si accorto dell'incongruenza. E oggi la questione rimbalza tra la societ Eur e dipartimento e assessorato all'Urbanistica di Roma Capitale. Un impegno non da poco per il neo assessore Luca Montuori, che, nonostante sia informato del problema, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito. Forse perch l'operazione finora stata gestita in riservatezza, evitando comunicazioni scritte.

Gli unici rilevamenti effettuati di recente di cui Repubblica entrata in possesso confermano la non conformit tra progetto approvato ed effettiva occupazione di suolo. Ma l'errore si pu rilevare anche a occhio nudo. Basta posizionarsi su viale Europa poco prima del Nuovo Centro Congressi (dal lato dell'albergo, la Lama) e seguire la linea di mezzeria della carreggiata. Si crea una strettoia in contiguit con il nuovo edificio: ma l'ingombro non solo costituito dalla recinzione del cantiere. il nuovo marciapiede, gi arredato da alberi e lampioni, ad occupare buona parte del viale. Eliminando i metri "abusivi" che invadono la strada nevralgica per la viabilit locale rimarrebbe una risicata striscia di meno di un metro e mezzo da destinare ai pedoni. Inammissibile pensare che la gente debba camminare in fila indiana davanti a una struttura che si propone come un gioiello dell'architettura capitolina, peraltro in una via dove il resto dei marciapiedi sono larghi almeno 3 metri.

Al di l della responsabilit dell'errore in fase di cantiere il direttore dei lavori cambiato in corso d'opera occorrer trovare il denaro per la demolizione/ricostruzione, a cui si aggiunge la preoccupazione di comunicare all'architetto Fuksas che la sua creatura, gi costata almeno 363 milioni di euro tra spese di progettazione e oneri concessori, dovr subire delle modifiche. Infatti non si tratta solo di eliminare un pezzo di marciapiede e di allargarlo a ridosso della Lama. Nella zona che risulterebbe in linea con il resto del viale, infatti, c' un dislivello di circa un metro, dovuto all'emergere della struttura dei sotterranei. Da escludere, dunque, la demolizione, perch intervenendo in una parte strutturale verrebbe messa in discussione la stabilit dell'edificio. Da l l'idea di una passeggiata sopraelevata: un percorso su cui camminare pi in alto rispetto al livello del viale. Ma sono solo ipotesi, al momento.

L'unica segnalazione su un eventuale restringimento della carreggiata giunta a inizio anno da parte del IX Municipio, che chiedeva ragguagli sui tempi di smantellamento del cantiere che, da protocollo, iniziato l'11 gennaio 2017. Ma quasi quattro mesi dopo, jersey e orsogril sono ancora al loro posto. L'impasse impedisce a Eur spa di ottenere l'agibilit per l'opera e dunque di poter procedere alla vendita dell'hotel, fondamentale per rimpinguare le casse dell'ente che per finanziare la Nuvola gi dovuto ricorrere alla vendita di alcuni suoi asset come l'Archivio di Stato e il Museo Pigorini. L'unica certezza che ci sar la necessit di una forte volont politica per risolvere la questione, ed evitare che il cantiere rimanga tale per ancora parecchio tempo. Rimane un punto interrogativo su come la Nuvola possa cominciare a ospitare eventi entro il 2018.




news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news