LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CARRARA - Cave, riforma della Via Grido d'allarme del Grig
di Alfredo Faetti
03 maggio 2017 IL TIRRENO


CARRARA - La riforma Madia, entrata in vigore l'estate scorsa, ha modificato la disciplina della conferenza dei servizi. Secondo il Grig (Gruppo d'Intervento Giuridico onlus), in modo radicalmente negativo. In poche parole, la riforma prevede che se una qualsiasi amministrazione pubblica non presente o non esprime formalmente la sua posizione durante una seduta della conferenza, il parere si intende positivo senza condizioni. Un cambiamento non indifferente quando le conferenze riguardano temi caldi, come pu essere il rilascio di una valutazione d'impatto ambientale (Via) sull'attivit estrattiva in una determinata cava delle Apuane, che non piace neanche un po' al Grig. I procedimenti di Via dei progetti estrattivi devono coinvolgere tutte le amministrazioni pubbliche competenti dicono dal gruppo giuridico, richiamando quindi gli enti a seguire con attenzione queste procedure. Il caso nasce da una comunicazione del Girg inviato alla direzione mobilit, infrastrutture e trasporto pubblico-settore controlli in materia di cave della Regione Toscana, costretta a rivolgersi all'avvocatura regionale per risalire al nodo della questione. Le richieste nascevano dal riscontro dell'assenza dei previsti pareri da parte di amministrazioni competenti in conferenze dei servizi nell'ambito delle procedure di Via, seguite poi dalla pronuncia di compatibilit ambientale da parte del Parco naturale regionale delle Alpi Apuane, titolare delle procedure spiega il gruppo giuridico. Tradotto: in alcune circostanze, la Via stata rilasciata senza che enti coinvolti si siano espressi a riguardo. E la risposta si concentrata sulle modifiche apportate in materia dalla riforma Madia: se l'ente assente, il suo parere da ritenere positivo alla richiesta della societ proponente. Certamente, il Parco dovrebbe completare l'istruttoria anche in assenza dei pareri ambientali mancati - riprende il Grig - Tuttavia, da verificare l'effettiva presenza in organico di tutte le professionalit necessarie. Dettagli non da poco, anche alla luce degli fatti recenti. In pochi mesi l'ente Parco ha emanato ben dieci provvedimenti di sospensione dell'attivit estrattiva e ingiunzioni di ripristino ambientale, due dei quali riferiti alla stessa cava (Cava Calacatta), delineando un quadro di illegalit ambientale: anche in proposito il Grig ha chiesto alla Regione norme pi efficaci per contrastare le attivit di cava abusiva. Proprio riguardo a Calacatta, la cava, oggetto di due sospensioni e un'ingiunzione di ripristino ambientale da Parte del Parco, stata riaperta grazie alla pronuncia di compatibilit ambientale in probabile assenza dei pareri previsti dell'Asl Pissl (la cava ina una galleria) e della Soprintendenza di Lucca, senza che tale assenza sia stata valutata motivatamente. Da qui, la richiesta a una partecipazione complessiva a tutti gli enti competenti, cos da non essere costretti a rivolgerci di nuovo al Tar, avverte il Grig.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news