LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Franceschini: REGGIO EMILIA. "Finanziamo gi il cinema ora siamo pronti per la fotografia"
Michele Smargiassi
06 maggio 2017 LA REPUBBLICA

L'ANNUNCIO DEL MINISTRO DEI BENI CULTURALI A REGGIO EMILIA



Su Instagram, @dariofrances pubblica foto di viaggio, paesaggi, spaghetti e selfie... Un fotografante medio, nella cui vita la fotografia esiste da sempre. Come ministro della Cultura, invece, Dario Franceschini ammette che non stata la sua prima preoccupazione, c'erano altre urgenze, ma ora ci siamo. Le "linee guida" del Mibact sulla fotografia, primo intervento organico dello Stato, sono pronte. Il ministro ne ha spiegato la filosofia ieri a Reggio Emilia, al festival Fotografia Europea, nella seconda giornata degli Stati generali della fotografia. La prima, un mese fa a Roma, era una ricognizione del presente. Ieri, qualche parola sull'imminente. In sintesi: la Nazione s' accorta che la fotografia esiste ed un bene pubblico. Tutto precipitato in pochi mesi, quando il ministro ha chiamato in "cabina di regia" Lorenza Bravetta (ex manager di Magnum, gi direttrice di Camera Torino) come una sorta di ufficioso "sottosegretario alla fotografia". Spiega quali cose stanno maturando: entro una settimana sar online il portale fotografia. italia. it, piattaforma per tutti quelli che si occupano di fotografia . Poi incontri con gli operatori in ogni regione. In autunno nascer una struttura "fotografica" del Mibact, e partir una sperimentazione di educazione visuale nelle scuole. Quarant'anni fa pochi pionieri parlavano di "fotografia come bene culturale". Poi nulla, un campo del sapere abbandonato alle logiche del mercato. Intervistato dal direttore di Repubblica Mario Calabresi, Franceschini non ha esitato ad ammetterlo: Il ritardo del ministero sulla fotografia enorme e colpevole. E dire che, mettendo assieme istituti, soprintendenze, archivi, lo Stato il pi grande collezionista italiano di foto storiche: milioni di esemplari. Ma dispersi, poco accessibili e digitalizzati. Prima che arrivino le sirene delle multinazionali del web urgente far massa critica: Benvenuti gli accordi con questi colossi, ma non in posizione di debolezza , dice Franceschini, col patrimonio che abbiamo siamo pi forti noi. C' poi la fotografia come linguaggio del presente, che paesi con meno tradizioni culturali hanno saputo valorizzare meglio. In Italia vivono sotto spade di Damocle i pochi musei di fotografia contemporanea, archivi di grandi autori rischiano di emigrare. Se finanziamo il cinema perch non dovremmo finanziare la fotografia?, il ministro lascia intendere che ci sar un fondo per la creazione fotografica. Ma una visione solo patrimoniale o artistica della fotografia non appartiene al secolo della condivisione. un linguaggio che sta rimpiazzando le parole. I nostri figli comunicano coi selfie ma nessuno insegna a farlo consapevolmente. Porteremo il linguaggio visuale nelle scuole. Assicura Lorenza Bravetta che i verbi sono al futuro prossimo. Prossima per anche la fine della legislatura. Avviamo un lavoro che deve continuare nel tempo, promette Franceschini. L'ultima volta che un sovrano ha convocato Stati generali, poi scoppiata una rivoluzione.



news

27-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 27 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news