LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MERCATOVECCHIO - Gli avvocati del Comune: il ricorso inammissibile
di Cristian Rigo
06 maggio 2017 IL MESSAGGERO VENETO

Il ricorso presentato al Tar dall'associazione "Amici di Mercatovecchio" per bloccare la pedonalizzazione non soltanto sarebbe palesemente inammissibile, ma anche frutto di un'errata comprensione del progetto e privo di fondamento. Nella memoria presentata al tribunale amministrativo, gli avvocati di Palazzo D'Aronco, Giangiacomo Martinuzzi, Claudia Micelli e Giuseppe Sbis hanno cercato di "smontare" tutte le criticit in base alle quali il legale Luca De Pauli dello studio Ponti aveva inizialmente chiesto di sospendere l'intervento. Richiesta che poi stata "congelata" dagli stessi ricorrenti che hanno ritenuto di dover integrare il ricorso alla luce della "difesa" comunale.Nel ricorso, che puntava all'annullamento di tre delibere di giunta e del parere delle Belle arti nonch di due verbali della Conferenza dei servizi e di una determina dirigenziale relativi al progetto di pedonalizzazione di via Mercatovecchio, De Pauli aveva denunciato lacune formali, presunte illegittimit, incongruenze e anche un eccesso di potere per irragionevolezza e sproporzione.Ma prima ancora di entrare nel merito delle osservazioni, tutte peraltro respinte, l'avvocatura del Comune ritiene che le nove attivit commerciali, meno di un quarto dei negozi e dei servizi presenti nella storica via, non abbiano "titolo" a presentare un ricorso non avendo una situazione giuridica attiva causata da un pregiudizio specifico. Non ci sarebbe insomma alcun interesse particolare da difendere. Non solo. Oltre a rappresentare una porzione limitata dei titolari delle attivit - si legge nella memoria - non hanno nemmeno ben compreso i contenuti del futuro progetto.Per dimostrare l'inconsistenza dei timori manifestati dai ricorrenti circa possibili conseguenze negative in termini di riduzione del flusso dei clienti scaturenti dalla pedonalizzazione - continua la nota inviata dal Comune al Tar - non si pu che rilevare come tale scelta (che comunque risulta imposta dalla Soprintendenza) possa in realt solo portare vantaggi ai commercianti, in quanto aumenta la fruibilit e la vivibilit degli spazi pubblici La valorizzazione del centro cittadino, attraverso un progetto di riqualificazione e di pedonalizzazione, con la creazione di un'area ove i cittadini possano liberamente passeggiare, socializzare, godere delle bellezze architettoniche della citt, fare shopping, senza il disagio delle auto in circolazione e in una situazione di sicurezza per le famiglie e i bambini, non pu che aumentarne la competitivit e l'attrattivit anche commerciale rispetto alla grande distribuzione. A sostegno di questa tesi vengono citati gli esempi di Amburgo, Helsinki e Copenaghen, ma anche di Trieste ( sotto gli occhi di tutti come in particolare la pedonalizzazione di gran parte dell'area compresa tra il Canale di Ponterosso e Piazza Unit d'Italia abbia portato ad un notevole aumento del commercio di qualit). Nella memoria si evidenzia poi che la scelta della pietra piasentina stata dettata dalla Soprintendenza e che comunque si tratta di un materiale in linea con la tradizione architettonica del territorio contrariamente ai sanpietrini in porfido. Nessun dubbio nemmeno sul fatto che a firmare il progetto sia stato anche un architetto (Barbara Gentilini insieme all'ingegner Marco Disnan).L'avvocatura chiarisce anche che con la pedonalizzazione sar consentito il transito dei mezzi di soccorso e che la bocciardatura imposta sempre dalle Belle arti far in modo che la pietra non risulti essere estremamente scivoloso nemmeno in caso di piogge. Da qui la richiesta al Tar di giudicare inammissibile, irricevibile o comunque infondato il ricorso che al momento stato comunque congelato dai ricorrenti.L'iter burocratico per l'avvio dell'opera invece, anche se a rilento, sta procedendo. In attesa della nomina della commissione e del sorteggio per individuare le 13 ditte che parteciperanno alla gara - ha spiegato il sindaco Furio Honsell - stiamo lavorando con il Cafc per sincronizzare i lavori di pedonalizzazione con quelli di rifacimento della fognatura tenendo conto anche delle prescrizioni delle Belle arti che hanno autorizzato i lavori.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news