LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - I forti e la casa del soldato di Sturla, tutti i beni che passano al Comune
di MASSIMO MINELLA
05 maggio 2017 la repubblica



Trasferiti dal Demanio gi 53 immobili e aree. Ora tocca alla Fascia di Rispetto di Pra'

L'ultimo la casa del soldato di Sturla. Il pi noto la corona dei forti. Il prossimo sar la fascia di rispetto di Pr, per cui gi stato trovato l'accordo. C' un'eredit della giunta Doria, che passer integralmente ai successori, che rappresenta forse la pi grande opportunit di rilancio per la Lanterna, quella dei beni demaniali. Tecnicamente, siamo di fronte a un trasferimento, o meglio a una lunga serie di trasferimenti di beni che, appunto, dall'Agenzia del Demanio passano al Comune di Genova. La sfida tutta da costruire, non basta passare un bene da un soggetto all'altro per assicurarsene la valorizzazione. Ma qui che entra in gioco il senso di un'operazione che, necessariamente, dovr chiamare in campo i privati nel sostegno dei progetti migliori. Il sindaco Marco Doria, che ha ben chiaro lo schema e lo vuole applicato anche al Blueprint di Renzo Piano, dichiara tutta la sua soddisfazione davanti all'ultimo trasferimento, quello della Casa del Soldato, firmato alla presenza del segretario regionale del Mibact Liguria Elisabetta Piccioni e dal direttore regionale dell'Agenzia del Demanio Ernesto Alemanno. Con lui, l'assessore comunale allo Sviluppo Economico Emanuele Piazza, arrivato a met mandato di Doria, ma in grado di imprimere una forte accelerazione a tutti i principali dossier economici e industriali della citt e, nello specifico, ha individuato demaniale una delle possibili carte vincenti del territorio.

Si parte dal fondo, quindi, da questo accordo che consente al Comune di acquisire un immobile di pregio storico-artistico, quale appunto la casa del Soldato, puntando a coinvolgere i cittadini e gli imprenditori locali nel recupero e nella riqualificazione della struttura. L'intesa prevede infatti che il bene sia destinato a "Casa di Quartiere" attraverso l'avvio di iniziative di formazione, co-working e sviluppo culturale. Tra gli obiettivi, c' anche quello di istituire un polo informativo documentario dedicato all'architettura razionalista e in particolare all'opera dell'architetto Luigi Carlo Daneri, che realizz la "Casa del Soldato" tra il 1936 e il 1938.

Ma come si proceder per la valorizzazione? Il progetto prevede di mettere l'immobile (2.130 metri quadrati di superficie, quattro piani, due ingressi e un ampio cortile) in rete con altre strutture dell'epoca come la casa del Mutilato, il Mercato Ittico, il Teatro della Giovent, organizzando tour culturali con visite guidate, eventi e workshop per contribuire alla promozione turistico culturale della citt.

Proprio attraverso lo strumento del federalismo demaniale, Tursi ha gi acquisito in questi anni 53 beni: 43mila metri quadrati di superfici, circa 287mila metri cubi di costruito e oltre a 60mila metri quadrati di aree esterne riconvertibili in spazi verdi.

Solo per citare i pi noti, la ex Caserma Gavoglio, un compendio di circa 5 ettari per cui si progetta la riconversione per attivit culturali, sociali ed -economiche . Gli edifici storici dell'ex caserma si trasformeranno in iniziative attivit residenziali e ricettive specialistiche (socialhousing, abitazioni per studenti e ricercatori, co-housing,ostello, mentre il proiettificio ospiter start up e attivit di co--working sui temi del risparmio energetico e della sostenibilit. Con il progetto Unalab, inoltre, sar realizzato un parco urbano, cuore dell'insediamento, con un finanziamento di oltre 3 milioni di euro, 1,7 dei quali direttamente dal Comune.

Ma al Comune fa capo ormai anche il sistema difensivo seicentesco dei forti, la pi lunga cinta fortificata dEuropa con oltre 19 chilometri di estensione, 5 forti sulle mura e 11 esterni, un numero impressionante di batterie, torri, polveriere, trincee ed altri manufatti militari. La prima fase di acquisizione ha compreso i Forti Begato, Belvedere, Crocetta, Tenaglia, Sperone, Puin e Torre Granara. La seconda fase, in corso di completamento, riguarda il Forte Castellaccio e arriva a lambire il mare, con le mura a monte del centro citt e le mura di Malapaga. Altro bene oggetto di valorizzazione rappresentato dagli ex Magazzini del Sale destinati a diventare spazi di servizio polivalente a carattere socio-culturale e sportivo.

Proprio il patto per le citt, firmato dall'allora premier Matteo Renzi e riconfermato da Gentiloni, ha garantito nuove risorse da destinare alla valorizzazione dei beni trasferiti dal Demanio.Cos
ci si pu concentrare sul futuro, la fascia di rispetto di Pr e la Lanterna. Prossimamente, infatti, saranno trasferiti a titolo gratuito il complesso degli immobili sede del Museo dei Fari e delle Fortificazioni della Lanterna e del Parco della Lanterna, per i quali si svolto un lavoro concertato con l'Agenzia del Demanio, Capitaneria di Porto, Autorit Portuale e Soprintendenza che ha portato alla definizione della propriet comunale



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news