LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Per salvare Pompei pi ingressi aperti e visite prenotate"
ANTONIO FERRARA
10 maggio 2017 LA REPUBBLICA




LA PRIMA risposta al sovraffollamento degli scavi di Pompei, che domenica ha fatto registrare 26mila visitatori e ha costretto il direttore della soprintendenza Massimo Osanna a chiudere i cancelli alle 11, appena toccata quota 15mila ingressi, viene dalla Federico II. E dal gruppo di lavoro del dipartimento di architettura coordinato da Renata Picone, ordinaria di Restauro nell'ateneo federiciano. Lo scorso febbraio la fondazione Deloitte Onlus ha messo a disposizione 220mila euro a sostegno del progetto di ricerca "Pompei Accessibile", affidato alla guida scientifica di Picone, per trovare soluzioni per il miglioramento della fruizione e la valorizzazione di Pompei. La Federico II ha finanziato con altri 80mila l'intervento, per un totale di 300mila euro: progetto pronto a febbraio 2018, lavori entro il 2019.

Professoressa Picone, domenica l'assalto dei turisti a Pompei. Come si evitano rischi al patrimonio e si garantisce sicurezza ai visitatori?

Non parlerei di rischio, al momento. Certo, se l'afflusso continua a crescere, bisogner interrograsi sul da farsi. Ma con l'incremento della cura che da tre anni viene riservata agli scavi la sicurezza per chi visita gli scavi notevolmente aumentata, e questo consente una certa tranquillit.

Anche se il direttore Osanna stato costretto a chiudere il sito alle 11 del mattino per troppa affluenza?

Il tema sul quale come Federico II stiamo lavorando e sul quale gi dal 2010 abbiamo avviato la progettazione quello della Pompei accessibile, guardando alle nuove opportunit di visita.

Cosa bisogna fare per ridurre la pressione antropica?

La nostra idea, sulla quale in corso il confronto con la soprintendenza, quella di ampliare i punti di ingresso agli scavi. Il ragionamento semplice: se tutti entrano solo da Porta Marina, i percorsi si saturano rapidamente. Se invece apriamo l'accesso da Porta Vesuvio, possiamo offrire un itinerario a chi vuole vedere le case romane, mentre potenziando il varco dell'Anfiteatro possiamo sviluppare il tema delle necropoli e anche il circuito di visita lungo le mura. Con le aperture che ci sono state negli ultimi anni Pompei pu accogliere anche pi di 15mila persone tutte insieme, ma tutto va comunicato e organizzato. questo il lavoro che stiamo facendo con l'accordo firmato nel 2015 e poi rinnovato a febbraio tra Federico II e Soprintendenza Pompei.

E che pensa dell'ipotesi di un numero chiuso? Ne ha parlato per esempio, a determinate condizioni, Mauro Felicori per la Reggia di Caserta...

La contingentazione degli accessi per la visita alla citt prematura, proprio perch Pompei, a differenza di un museo con sale e percorsi limitati, una citt aperta, vitalissima. Quindi non prevederei il numero chiuso. Diverso il caso di edifici particolarmente delicati o che possono accogliere per le loro dimensioni poche persone alla volta: vedrei bene la prenotazione obbligatoria per entrare nel Lupanare o alla Terme del Foro, non per entrare a Pompei.

Il ministro Franceschini ha spiegato a Repubblica che illuminre Pompei di notte consentir di ampliare la visita.

Certo, la visita notturna una grande opportunit, ma in questo caso credo che possa avvenire solo se guidata e su prenotazione. Aggirarsi tra le strade di Pompei senza luce solare non pu essere lasciato all'iniziativa individuale.

Massimo Osanna ha chiesto pi fondi per pagare gli straordinari ai custodi e avere pi personale in campo per le domeniche gratuite. Che ne pensa?

Il direttore Osanna ha ragione. Serve pi personale e serve un loro utilizzo coordinato e ragionato, per garantire accoglienza e servizi a tutti. In questo, il nostro progetto per creare il nuovo accesso alle Terme suburbane dall'area del parcheggio degli uffici della soprintendenza a Porta Marina, pu essere un contributo ulteriore a diversificare i flussi. Stiamo anche lavorando per giungere al concorso internazionale di idee che dovr ridefinire l'intero accesso agli scavi di Pompei con la costruzione dell'hub ferroviario di Trenitalia. Sarebbe bello rifarsi all'idea guida di Bernard Tschumi che ha ridisegnato il museo dell'Acropoli ad Atene e l'accesso all'Acropoli. un modello possibile.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news