LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lite tra Anpi e Sala sul nuovo museo della Resistenza "Decisione miope"
ZITA DAZZI
12 giugno 2017 LA REPUBBLICA



ANDAVANO d'amore e d'accordo dopo il divieto della manifestazione dell'estrema destra al cimitero di Musocco, il 25 Aprile. Ma ora rottura totale fra i partigiani e Beppe Sala. Pomo della discordia, il museo della Resistenza finanziato con 2,5 milioni dal ministero dei Beni culturali, che aveva ipotizzato come sede la Casa della Memoria di via Confalonieri. Le associazioni partigiane e degli ex deportati si erano subito opposte e rivolte al Comune con varie alternative, spiegando che nella struttura all'Isola c' gi poco spazio per fare attivit istituzionali, figurarsi se ce n' per un museo multimediale sulla lotta al nazifascismo. Ma niente, dopo mesi di trattative e di incontri, il sindaco ha mandato una lettera che non lascia spazio a dubbi: Cari amici scrive Sala il Comune ha condiviso la scelta del ministero su via Confalonieri, dopo un'attenta ricognizione di ogni possibile alternativa, nessuna delle quali apparsa percorribile, n per adeguatezza simbolica, storica e culturale, n per caratteristiche tecniche e urbanistiche, n per la finanziabilit degli interventi di riqualificazione. Sala ha l'accortezza di sottolineare di essere consapevole che questa scelta comporter un sacrificio logistico dei vostri spazi, ma aggiunge sono certo anche che la visibilit e la risonanza nazionale compenser e anzi superer il disagio attuale.

Passano poche ore e parte la lettera di risposta al sindaco, firmata da un furibondo Roberto Cenati, segretario provinciale dell'Anpi. Nel documento si legge che l'associazione dei partigiani prende le distanze ufficialmente, da un'operazione unilaterale e inopportuna che va contro lo spirito e la lettera della convenzione per la costituzione della Casa della memoria. Parole dure verso la giunta a cui l'Anpi aveva segnalato nei mesi scorsi diverse altre sedi papabili, come palazzo Moriggia, sede del Museo del Risorgimento, in via Borgonuovo, e l'ex Collegio Calchi Taeggi, in corso di Porta Vigentina 15. Ipotesi che non sono state ritenute nemmeno degne di risposta: sfugge totalmente il senso di un'operazione che snatura la vocazione e la destinazione della Casa della Memoria riducendola a mero contenitore, che sottrae alle associazioni ospitate spazi vitali in cui si sono svolte importanti e partecipate attivit artistiche, come mostre di grande livello e culturali. In effetti, chi ha visitato la Casa raggiungibile anche con una passerella da piazza Gae Aulenti non percepisce dove siano gli spazi liberi per allestire addirittura un nuovo museo. Il sindaco nella sua lettera invita l'Anpi a collaborare: Questo spazio deve essere coinvolgente, innovativo, aperto alle culture del mondo, e capace di attirare tutte le generazioni. Deve essere anche uno strumento in grado di dare nuovo slancio alle vostre attivit di ricerca e di testimonianza. Invito che l'Anpi respinge con sdegno, definendo la scelta un boomerang , un'occasione mancata e contestando anche l'enorme spreco di danaro pubblico: 2,5 milioni serviranno a realizzare uno spazio esiguo di circa 400 metri quadrati (6.000 euro al metro). A questo punto annuncia Cenati il Comitato di gestione scientifico della Casa della memoria, non ha pi alcuna ragione di essere; il nostro progetto tramontato. E l'Anpi promette di promuovere tutte le iniziative che riterr pi opportune per denunciare alla opinione pubblica la gravit di questa miope e inopportuna decisione.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news