LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Protesta sullarchivio di villa Emo, il conte invia 20 water ai politici
Mauro Pigozzo
Corriere del Veneto 21/6/2017

Il regalo inviato al ministro Franceschini, Sgarbi Cacciari e Daverio

VEDELAGO. Cosa volesse dire con quel pacco stato subito chiaro. Dentro cera un wc di ceramica, mica doro come quelli di Maurizio Cattelan. Un prodotto creato da Dolomite, valore sul mercato di poco meno di cento euro. Una metafora neppure tanto sottile di un disappunto incontenibile, quello legato alla gestione dellarchivio di famiglia. Lui, il conte Leonardo Marco Emo, che oggi vive in provincia di Firenze, aveva deciso di spedirne venti, di questi wc, prendendo in mezzo tutti, dal Credito Cooperativo Trevigiano a Philippe Daverio, passando per il governatore Luca Zaia. Accusandoli a vario titolo di non tutelare la villa di Palladio a Vedelago, ceduta tredici anni fa allistituto di credito.

Neppure il tempo di consegnare i pacchi ed ecco, esplosa la baraonda. Il presidente della Fondazione, Armando Cremasco, rimasto in tema: Questa protesta mi sembra proprio una grande cag.

Ma riavvolgiamo un attimo il nastro per capire da dove nasce la battaglia storico-volgare che ruota attorno al patrimonio artistico di Fanzolo di Vedelago, nel Trevigiano. Una villa di met del Cinquecento pensata da Andrea Palladio che alcuni anni fa veniva minacciata da una cava di ghiaia mentre gli antichi proprietari non avevano la possibilit economica di gestirla. Dopo una sollevazione popolare la Bcc decise di comperarla (era maggio del 2004 ) e di custodire i documenti di famiglia degli Emo, che per ne manteneva la propriet. Un patrimonio di libri e scritti di vario genere, alcune risalenti persino al 1300, concessi in comodato alla Banca che ha delegato la Fondazione per la gestione. Dopo qualche anno, anche alla luce delle normative sempre pi severe della soprintendenza ai beni archivistici, Piero Pignata, presidente dellistituto di credito, ha inviato la richiesta di modifica del comodato duso per sgravarsi di alcune difficolt, in primis il fatto che il Conte in qualsiasi momento poteva chiedere la restituzione dellarchivio. In risposta, arrivata una lettera che Cremasco definisce farneticante e quindi la controreplica di Pignata, lo scorso 2 maggio: Venga a riprendersi larchivio della sua famiglia entro il 30 giugno, noi non lo vogliamo pi.

Il resto la cronaca dei venti pacchi postali, inviati anche a tutto il cda della Fondazione Villa Emo con i revisori dei conti, la Banca dItalia, il ministro Dario Franceschini, la Sovrintendenza di Venezia, la Direzione regionale del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali, i carabinieri di Treviso e Vedelago, la questura, il sindaco Cristina Andretta, la sua polizia locale e tre probiviri scelti dallautore in qualit di emeriti maestri della cultura: oltre a Daverio, Massimo Cacciari e Vittorio Sgarbi. Queste le parole con le quali il conte ha motivato la sua polemica: Noto un segnale dallarme sul complesso monumentale, minacciato dal sistema ancora predominante della cultura retrograda e ignorante.

Tra chi ha ricevuto i pacchi, invece, c pi silenzio sdegnato che voglia di replicare. Attacca Giacinto Cecchetto, consigliere della Fondazione. Non voglio neppure toccare quel pacco, ho chiesto di portarlo direttamente in un centro rifiuti. E pensare che proviene da una famiglia che dominava il Veneto. Il sindaco Andretta: Non mi sento di entrare nel merito di una vicenda per la quale non centro nulla. Di certo non apprezzo il metodo: bastava chiedere un incontro per parlarne.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news