LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tempio romano e necropoli: i tesori di Bariano
Pietro Tosca
Corriere della sera - Bergamo 25/6/2017

Era un cascinale abbandonato. Lo volevano abbattere per costruire delle villette a schiera. Ma l cera la Storia. Lo testimonia-no i restauri inaugurati ieri: recuperati un tempio romano, una necropoli longobarda e un convento.

Per anni rimasto allabbandono, un vecchio cascinale diroccato. A un certo punto ha rischiato anche di essere abbattuto per lasciar spazio a delle villette a schiera. Certo tutti sapevano che allinterno custodiva un convento del XV secolo con un chiostro rinascimentale, come a tutti era noto che la sua storia era ben pi antica. Nessuno per si sarebbe aspettato che le radici del convento dei Neveri di Bariano affondassero fino allImpero romano. Grazie a un lavoro attento di restauro e alla tenacia dei proprietari quelle radici sono state salvate e riscoperte facendone uno dei monumenti pi importanti della Bassa grazie agli affreschi del IV-V secolo scoperti nella chiesina della Madonna del Carmine, la perla pi preziosa del complesso. Ne fanno unicum sostiene Maria Fortunati dei Beni archeologici non solo in Bergamasca ma in Lombardia. La campagna di restauri cominciata nel 2004 e conclusasi ieri con linaugurazione della chiesina, per ha svelato anche affreschi del XIII e XV secolo e una necropoli longobarda. come se questo sito fosse una palinsesto spiega don Fabrizio Rigamonti, intervenuto allinaugurazione , una di quelle pergamene antiche riscritte pi volte che, grattata, ha rivelato testi classici che si credevano perduti.

A grattare le pareti stato il restauratore Roberto Casula. Nellestate del 2008, quando ho iniziato a indagare le pareti la chiesa era anonima. Lunico affresco era un trittico di santi vicino allentrata racconta . Poi sono emerse le figure di due santi, uno stato identificato come San Tommaso dAquino. Il lavoro continuato scrostando progressivamente tutto il tempio. Cos sono apparse delle decorazioni romane. In due nicchie sono emerse le scene bibliche di Daniele tra i leoni e i tre fanciulli nella fornace.

La scomposizione dellaltare barocco ha poi permesso di rivelare quello del XV secolo e sotto di questo una colonna in marmo cipollino di epoca romana quando il tempio era probabilmente dedicato a una ninfa.

Lintera chiesina romana ed pressoch integra precisa la Fortunati insieme alla contigua ex chiesa di San Giovanni a croce greca, costituiva il nucleo dellinsediamento. Erano senza dubbio edifici pubblici di grande importanza.

La storia ufficiale del complesso per comincia solo nel 1480 quando larciprete di Bariano Fermo da Caravaggio, dona le due chiese ai Carmelitani che le integrano in un convento. Le fortune dei Neveri continuano fino al 1779 anno in cui il complesso soppresso dalla Serenissima e diventa una cascina. Nel 1860 la chiesa maggiore adibita a fienile e poi demolita. Negli anni il complesso diventa anche abitazione per i contadini e vi si apre unosteria. Sar proprio lultimo oste, Caterina Bergamaschi, che ne riunir la propriet e lascer il complesso ormai 92enne a fine anni 80. Per un decennio racconta lattuale sindaco, Fiorenzo Bergamaschi, nipote di Caterina rimasto allabbandono. Qualcuno lo voleva acquistare per farne villette ma il vincolo delle Belle arti lha salvato.

il 2001 quando un altro costruttore si fa avanti: Mario Suardi che vuole lasciare un segno recuperando il convento. Lo acquista e fa partire il recupero. Non stato un percorso facile ammette Giuseppe Napoleone, soprintendente per i beni architettonici , in corso dopera sono state necessarie pause di riflessione per aggiornare le scelte progettuali e operative in ragione delle nuove scoperte. Suardi non precisa la cifra ma ha investito una decina di milioni di euro.

stato importante precisa Giuseppe Stolfi, soprintendente ai Beni culturali di Bergamo e Brescia essere riusciti a dare una nuova funzione al complesso. Nei Neveri infatti, inaugura come ristorante mentre i lavori continuano a svelare tesori. Sotto i pavimenti vengono scoperte un centinaio di tombe longobarde, in alcune il corredo comprende oggetti doro come una grande croce in oro di recupero ottenuto da una pisside bizantina.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news