LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Il toro calpestato. Ancora restauri ai mosaici della Galleria
Paola D’Amico
Corriere della Sera - Milano 27/6/2017

Lezioni di restauro dal vivo in Galleria. La manutenzione dei mosaici che rivestono la pavimentazione dell’Ottagono è ripresa in primavera e dovrebbe concludersi entro settembre. Attorno alle transenne che delimitano un minuscolo cantiere s’affollano i turisti. Il restauratore a capo chino risponde a chi lo interroga e scatta fotografie. I piccoli tasselli in marmo consumati vengono sostituiti. Le microlesioni non sono dovute agli sbalzi termici ma «sono effetto del calpestio», spiega. E dei lavaggi cui il tappeto di mosaico è sottoposto ogni notte. Poco distante dal mini cantiere al centro della Galleria, c’è lo stemma con il toro, dove altri turisti sono in coda per ripetere il noto rito scaramantico: ruotare per tre volte su se stessi col tallone del piede destro piantato in corrispondenza dei genitali del toro. Il restauratore sorride. Anche il toro sarà riportato a nuovo. «Durerà poco». Sono trascorsi sei anni dall’importante lifting dell’intera pavimentazione (oltre quattromila metri quadrati) della Galleria. Nel dicembre 2011 i mosaici tornarono a splendere dopo 45 anni. I lavori allora impegnarono squadre di esperti, notte e giorno per 210 giorni. Il costo dell’opera fu di quasi due milioni di euro. All’epoca, proprio consapevoli che il rito scaramantico avrebbe vanificato in poco tempo il restauro dello stemma dedicato alla città di Torino, si pensò di ricorrere a materiali più resistenti ai talloni dei milanesi e ai riti scaramantici ma poi prevalse la linea di mantenere il marmo originario. La pavimentazione dell’intero spazio coperto in origine fu realizzato da artisti veneziani e i quattro grandiosi mosaici nel mezzo dell’Ottagono sono opera del Salviati e rappresentano gli stemmi d’Italia e d’Inghilterra avvicendati. Erano stati restaurati dal Comune nel 1966, nel centenario dell’inaugurazione della Galleria, perché in precedenza era stata l’opera, progettata dall’architetto Mengoni nel 1865 e bombardata durante la seconda guerra mondiale, era stata rattoppata velocemente e senza troppa cura. Nel novembre 2015, nel dopo Expo, il Comune aveva avviato un monitoraggio della tenuta dei marmi intarsiati e alcune fessurazioni comparse per individuarne le cause.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news