LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Verona. Arsenale, Sboarina affossa il project
Lillo Aldegheri
Corriere del Veneto - Verona 2/7/2017

Il sindaco: Lo stop alla gara tecnico ma anche politico. Si lavora alla manovra di bilancio

VERONA Dopo lo stop tecnico, per il project financing sul restauro dellArsenale arriva anche quello politico. E intanto il sindaco comunica a tutti i presidenti e ai consiglieri delle Aziende partecipate che chi di nomina comunale gi decaduto lanciando a tutti i cda anche un duro avvertimento a non procedere a nuove assunzioni e neppure a promozioni allinterno del personale.

SullArsenale ieri il sindaco ha ricordato la contrariet al progetto da lui espressa in campagna elettorale ed ha spiegato appunto che allo stop tecnico va aggiunto quello politico: La linea della mia amministrazione di mantenere il controllo pubblico nella gestione dellarea.

VERONA Dopo lo stop tecnico, per il project financing sul restauro dellArsenale arriva anche quello politico. E intanto il sindaco comunica a tutti i presidenti e ai consiglieri delle Aziende partecipate che chi di nomina comunale gi decaduto lanciando a tutti i cda anche un duro avvertimento a non procedere a nuove assunzioni e neppure a promozioni allinterno del personale.

Partiamo dal primo tema. Federico Sboarina ha rilanciato ieri le notizie date dal nostro giornale venerd scorso sulla sentenza del Tar che ha rinviato al 13 settembre ogni decisione sul ricorso presentato da Legambiente e dal Comitato Arsenale contro la Variante urbanistica che consente quel restauro. Il sindaco ha ricordato la contrariet al progetto da lui espressa in campagna elettorale ed ha spiegato appunto che allo stop tecnico va aggiunto quello politico: La nostra valutazione ha sottolineato - stata anche politica perch la linea della mia amministrazione di mantenere il controllo pubblico nella gestione dellArsenale. Ancor pi esplicitamente, Sboarina ha affermato che uninversione di percorso percorribile, e per quanto mi riguarda la strada in tal senso gi segnata.

Una lettera del sostituto del Rup (responsabile unico del procedimento) ha gi ufficializzato che ogni altra decisione viene bloccata fino alla pronuncia del Tar. Ma le dichiarazioni di Sboarina fanno capire come, con il project di Italiana Costruzioni, a Palazzo Barbieri non sintenda andare avanti neppure dopo. Con due possibili problemi: la penale da pagare allimpresa e lutilizzo dei 14,5 milioni che il Comune aveva vincolato come contributo pubblico al progetto. Sul primo tema, Sboarina ha confermato che fino alla firma del contratto definitivo, la penale (che la convenzione fissa in oltre 4 milioni e mezzo di euro) non dovuta. Sul secondo problema, Sboarina ha ipotizzato una variazione di bilancio per spostare quei 14,5 milioni dalla destinazione finora prevista (il project) alla messa in sicurezza dellArsenale. Una decisione che obbligher il Comune a correre molto velocemente. Una volta varata la variazione di bilancio, per renderla davvero praticabile occorrer avere pronto, entro il 31 dicembre, il progetto definitivo su come usare quei soldi. Se questo non avvenisse, i 14,5 milioni di euro rischierebbero di finire, come si dice in gergo tecnico, in economia, andando a far parte di quel centinaio di milioni che Palazzo Barbieri ha ma non pu spendere per colpa del Patto di Stabilit. Per lavori urgenti allArsenale sono invece gi in arrivo 400mila euro stanziati in passato a questo scopo, visto che si chiusa dieci giorni fa la gara per lavori di manutenzione straordinaria per il ripristino della funzionalit delle coperture allinterno di un Arsenale che sta letteralmente cadendo a pezzi.

Intanto il sindaco apre un altro fronte, stavolta verso le Aziende partecipate del Comune. Sboarina ha scritto una lettera dai toni molto duri ai presidenti di tutti gli enti in cui il Comune ha propri rappresentanti. In indirizzo vi sono enti minori ma anche i presidenti di tutte le aziende pi importanti della citt, come Agec, Agsm, Amt, Veronafiere, Veronamercato, Aerogest, Atv, Amia e Acque Veronesi. A tutti, Sboarina ricorda che allatto dellinsediamento della nuova amministrazione decadono automaticamente tutti i rappresentanti del Comune nominati dallAmministrazione precedente. Ci detto, il sindaco ricorda che il Consiglio Comunale aveva deliberato che in ogni Azienda venisse ridotto il costo del personale. Ed ecco la tirata dorecchi: quegli indirizzi, dice Sboarina, sono stati disattesi dalla quasi totalit delle societ ed organismi partecipati. Aspettando le deliberazioni della nuova Amministrazione, quindi, il sindaco invita a rispettare le indicazioni che erano state date (facendo presente le responsabilit previste, in caso contrario, dal codice civile), e soprattutto a non effettuare assunzioni o avanzamenti di carriera del personale.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news