LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Tutelare i visitatori dei musei
Paolo Fallai
Corriere della Sera - Roma 4/7/2017

Avevano ragione le nostre nonne quando ci invitavano ad avere cura dei successi con la stessa prudente saggezza con cui sopportiamo le disgrazie. I grandi numeri che caratterizzano limmenso flusso di visitatori al nostro patrimonio culturale ci impongono unattenzione straordinaria. Non possiamo limitarci ai numeri, e ai profitti che testimoniano, come se da questi provenisse ogni risposta. I Musei Vaticani sono ormai da anni nei primissimi posti delle classifiche mondiali. Non fanno parte, tecnicamente, del patrimonio italiano, ma qualcuno pu seriamente sostenere che ne sono estranei? Dalle ultime rilevazioni si stima che 6 milioni di persone ogni anno percorrano in tutto o in parte i 7 km di quegli spazi. Certo n Papa Giulio II che ebbe lintuizione di fondarli allinizio del 1500, n Clemente VII che li apr al pubblico nel 1771 potevano immaginare la folla di migliaia di persone che ogni giorno assedia la Cappella Sistina, le stanze di Raffaello o la galleria Lapidaria. Lo testimoniano gli sforzi infiniti degli stessi musei per approntare i pi moderni sistemi di condizionamento dellaria e limitare il pi possibile lo stress patito dalle opere darte. Ma ormai lassedio tale che le guide turistiche (quelle serie, agli abusivi non importa nulla) parlano apertamente di mandrie umane e si interrogano sottovoce sui limiti di sicurezza. Non un problema che riguarda solo i Vaticani. Nel 2016 abbiamo festeggiato con tripudio e squilli di tromba i 6 milioni e mezzo di visitatori del Colosseo.
Una folla, quella al Colosseo, che ha garantito importanti ricavi, ma che ha costretto anche quella struttura ad un perenne stato di alta attenzione. E per rimanere a Roma tendiamo a dimenticare che 1.234.000 persone hanno visitato Castel SantAngelo e 527.000 si sono messe in coda per la piccola Galleria Borghese. Il ministero ha esultato per questi record che hanno portato a quasi 45 milioni i visitatori di musei italiani (la regione con il maggior numero il Lazio, che sfiora i 20 milioni) e soprattutto per laumento dei ricavi. In realt una situazione che fotografa flussi troppo concentrati, espone poche realt a stress e rischi altissimi e testimonia la nostra incapacit anche solo di raccontare la ricchezza e la variet del nostro patrimonio. La galleria Spada o la galleria Corsini, in qualunque altro Stato sarebbero al centro di precise politiche di comunicazione per il pubblico, allaltezza del loro straordinario valore. Da noi rimangono ai margini e le due strutture, insieme, non raggiungono 100.000 visitatori lanno. E questi sono solo due esempi delle possibilit di diversificare gli itinerari turistici e culturali se c una volont politica che non si accontenta solo dei pi semplici dati di sbigliettamento. Dobbiamo rivendicare la responsabilit nei confronti di tutto il nostro patrimonio e anche verso turisti che non meritano di essere trattati come mandrie. E se qualcuno obietta che a Roma si viene una volta sola nella vita ed difficile rinunciare a Michelangelo o al Colosseo, ribelliamoci: una visione mercantile che la nostra citt non merita. Roma merita pi di una visita mordi e fuggi, con un pezzo di pizza in mano, la citt vista da un pullman a due piani e i ritmi di una rapina. Sta a noi diversificare i progetti e convincere i visitatori che possono tornare dieci volte senza scoprire un decimo dei tesori che possiamo offrire. Trattiamoli con rispetto e loro ci pagheranno con la stessa moneta.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news