LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caldo e poco personale: chiuse 20 sale al Museo di Capodimonte
di PAOLO DE LUCA
08 luglio 2017 LA REPUBBLICA

Condizionatori rotti, ingressi limitati alla Sezione barocca. Ventilatori contro lafa nelle stanze della mostra di Picasso


CI RISIAMO. L'estate inizia a mordere e il Museo di Capodimonte si scopre nuovamente impreparato a resistere alle temperature di 32 gradi in queste giornate di inizio luglio. Fa troppo caldo, i condizionatori sono guasti e obsoleti: l'ingresso in alcune sale diventa impossibile. O off limits, per disposizioni della direzione. In alcune aree, addirittura, come nel bellissimo Appartamento reale, l'impianto di refrigerazione non mai stato realizzato. Un problema che la pinacoteca diretta da Sylvain Bellenger si trascina da anni, cercando di rimediare con interventi d'emergenza e rattoppi provvisori. Che per non bastano.

Il risultato? Turisti amareggiati e delusi, che spesso sacrificano parte della loro visita per troppa afa e umidit. Ancora, ingressi contingentati nelle venti sale ritenute pi "roventi".

A farne le spese, in particolare, la Sezione barocca al secondo piano (a pochi passi dalla "Flagellazione" di Caravaggio), aperta solo alle 10, alle 13, alle 15 e alle 17 per itinerari (di massimo un'ora) accompagnati dal personale museale. "Il problema c' ed evidente - dice Sylvain Bellenger - una questione che Capodimonte affronta ogni estate, ma il problema non solo il caldo: per mantenere le sale aperte avremmo bisogno del doppio del personale in servizio. In queste settimane di ferie, ci ritroviamo nell'impossibilit di garantire la giusta tutela e sorveglianza a tutte le sezioni, quindi siamo costretti a limitarne le visite ".

Per il caldo si fa quel che si pu: lo staff della pinacoteca garantisce "livelli controllati di temperatura" in 45 sale: quelle della Collezione Farnese al primo piano, dell'arte contemporanea al terzo, pi gli ambienti che ospitano i dipinti dai "primitivi" al Seicento e la mostra di Jan Fabre. Per affrontare l'emergenza "abbiamo provveduto a stanziare fondi per un intervento immediato - prosegue Bellenger - Al momento c' una squadra che opera al secondo piano per ripristinare la climatizzazione nella Sezione barocca. Entro due settimane i lavori saranno completati".

Il discorso si fa diverso per l'Appartamento reale della pinacoteca, che fino a luned 10 ospita anche "Parade", la bella mostra di Picasso. Qui, con l'impianto di climatizzazione inesistente, si prova rimediare con semplici ventilatori: inefficaci per sale cos grandi. C' per un progetto risalente al 2015, quando il museo affront un'emergenza simile a questa. "Si tratta di un piano per fornire l'intero edificio di aria condizionata - riprende Bellenger - con impianti di ultima tecnologia. Ma la sua realizzazione richieder ancora tempo ". I fondi, stimati per
centinaia di migliaia di euro, devono essere stanziati dal ministero ai Beni culturali: una somma ancora non sbloccata, nonostante le ripetute segnalazioni dell'architetto sella soprintendenza Anna Capuano, che segue gli sviluppi. Nel frattempo, a Capodimonte si continua a boccheggiare. Come accaduto ad una coppia di turisti romani: "Il luogo meraviglioso e il personale molto gentile - dichiarano - ma con questo caldo impossibile fare un tour completo".



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news