LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI. Positano, l'ultima grande bellezza presa in ostaggio dalla burocrazia
18 luglio 2017 LA REPUBBLICA

Manca una firma per poter aprire al pubblico un tesoro nascosto, sommerso a dieci metri di profondit, sotto la chiesa di Santa Maria Assunta, davanti alla spiaggia di Positano. Un ciclo di affreschi romani del primo secolo dopo Cristo di una qualit raffinata, raramente attestata a Pompei, pi vicina alle lussuose decorazioni delle ville marittime di Stabiae, dove furono impiegate maestranze imperiali. Colori smaglianti, come il rarissimo blu egizio, rimasti intatti per duemila anni, sotto la colata fangosa di cenere e terreno che invest la costiera amalfitana subito dopo l'eruzione vesuviana del 79 dopo Cristo, la stessa che distrusse Pompei ed Ercolano. Dal momento della riscoperta nel 2003 (ma la villa era gi nota ai Borbone nel 1758), l'esplorazione stata condotta in pi fasi (2004-06 e 2015-16) e si conclusa con la messa in luce di un ambiente perfettamente conservato: il triclinio, cio la stanza da pranzo, di una villa romana del I secolo avanti Cristo che occupava l'intera baia di Positano. Aspetto di firmare l'intesa con la Soprintendenza spiega il sindaco di Positano, Michele De Lucia noi siamo pronti, aprirei anche subito. C' una bozza di convenzione tra il Comune, che ha voluto i lavori di scavo e di restauro, la soprintendenza Archeologia e Belle arti di Salerno e Avellino, che li ha diretti, e la parrocchia, dove si apre l'ingresso alla villa romana.

I lavori si sono conclusi a fine marzo, il percorso sotterraneo allestito con passerelle e impianto di illuminazione. Il direttore dei lavori, l'architetto Diego Guarino, ha coinvolto l'Iscr di Roma per i restauri, ha fatto installare un sistema di monitoraggio e di controllo del microclima, sul modello della Cappella degli Scrovegni. Accessi a gruppi di dieci, permanenza massima di trenta minuti, sistema di aspirazione delle polveri e di mantenimento dell'umidit relativa al di sotto del 90 per cento. Il Comune pronto a fare la propria parte ripete il sindaco sono pronto a mettere la tassa di soggiorno a Positano, una delle poche localit dove non c', pur di assicurare fondi per tenere aperta la villa. La soprintendente di Salerno, Francesca Casule, fa sapere che la pratica all'esame degli uffici, ma non ci sono certezze sui tempi di approvazione. In realt non c' accordo sulla gestione, sulle modalit di apertura e sull'eventuale biglietto d'ingresso. Abbiamo realizzato una passerella in acciaio e vetro spiega l'archeologa Luciana Jacobelli che consente di guardare gli affreschi al di sotto dell'ipogeo medievale. Qui, 65 sedili funebri rientrano nel percorso di visita, accessibile anche ai disabili, che conduce al triclinio romano, conservato dal pavimento fino al soffitto, con due pareti affrescate alte 4,85 metri, una rarit. Una terza parete stata divelta dalla furia della colata fangosa del 79 dopo Cristo e ha finito per schiacciare una cassaforte in legno, di cui sono state recuperate le impronte nel materiale eruttivo. Al suo interno, brocche, tazze e vasi in bronzo per bere il vino, oggetti che il proprietario della villa utilizzava nel corso del simposio con i propri ospiti. Si dovrebbe trattare dell'eunuco Posides, il liberto favorito dell'imperatore Claudio. Plinio Seniore ricorda la passione di Posides per l'edilizia. Fu cos che il praedium posidetanum per semplificazione fonetica divenne positanum.

Un altro ambiente stato individuato in via Rampa Teglia: potrebbe essere scavato, portando a 150 metri quadri la superfice visitabile. Spesi fino a oggi 5 milioni di euro.



news

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

20-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news