LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bologna. Riapre la biblioteca degli scontri
Maria Centuori
Corriere di Bologna 19/7/2017

LAteneo avverte il Cua: Un solo incidente e la chiuderemo definitivamente

A cinque mesi dallo sgombero e dagli scontri tra collettivi e forze dellordine riapre la biblioteca al 36 di via Zamboni. I tornelli sono spariti dallingresso, ma alcuni metri pi indietro un bussolotto con il badge verifica gli accessi a bagni, emeroteca, pc e uffici. LAteneo: Al primo incidente chiuderemo del tutto.

Sono trascorsi cinque mesi e, come promesso dal rettore Francesco Ubertini, i portoni di legno della biblioteca di Discipline umanistiche al 36 di via Zamboni sono stati riaperti dopo gli scontri del 9 febbraio tra attivisti del Cua, studenti e forze dellordine. La biblioteca era stato occupata e lAteneo aveva chiesto lintervento di polizia e carabinieri in antisommossa per sgomberare il 36. Da allora porte chiuse e il prestito dei libri universitari spostato su altre sedi. Ma il braccio di ferro tra il Cua e lUniversit di Bologna nonostante la riapertura continua: il collettivo rivendica una vittoria, perch i tornelli non ci sono pi, ma lAteneo chiarisce: Il controllo solo arretrato di qualche metro per questioni di sicurezza. Non solo, il collettivo annuncia nuove proteste per settembre e da Palazzo Poggi c la promessa di una chiusura definitiva del 36 se dovessero esserci nuovi scontri.

Quel che certo che sul pavimento della biblioteca, diventata simbolo delle tensioni tra collettivi e rettore, restano solo i segni dellinstallazione dei vecchi tornelli. Quelle porte a vetro sono state rimosse, cos come stata tolta la postazione dietro cui un dipendente dellUniversit controllava gli ingressi. Entrando c limpressione di un corridoio pi lungo da percorrere liberamente prima di arrivare allaula studio e poi allemeroteca, agli uffici amministrativi, alle postazioni pc e ai bagni. Semplicemente il controllo degli accessi, con un bussolotto e un badge, stato spostato di qualche metro, appena superata la zona ricreativa delle macchinette. Perch lAteneo ha cos ripensato linterno del 36: Il problema che avevamo era luso improprio delle porte di sicurezza e questo ci ha costretti, per vincoli sulla sicurezza, ad arretrare spiega Guglielmo Pescatore, presidente del Sistema bibliotecario dellUniversit di Bologna abbiamo cos diviso gli spazi in due settori: c prima la sala studi con laccesso diretto dallandrone e con il controllo di un operatore allingresso, poi ci sono lemeroteca, i bagni, gli uffici amministrativi bussola e controllo badge. Questo era esattamente quello che avevamo detto.

Un arretramento, che specifica lAteneo, non vuol dire darla vinta al Cua. Abbiamo fatto questoperazione per risolvere un problema di sicurezza. Se si dovessero manifestare ancora problemi rilevanti, lintenzione del rettore a quel punto, lha detto chiaramente pi volte, di chiudere definitivamente la biblioteca e trovare una soluzione di carattere radicalmente diverso, conclude il presidente del sistema bibliotecario. Ma ieri mattina a dare annuncio della riapertura del 36 stato proprio il Cua, rivendicando la parziale vittoria delle lotte portate avanti da centinaia di studenti. Tuttavia, la presenza della cosiddetta bussola per regolare laccesso alla sala computer, ai bagni e agli uffici del personale, che si apre solo col badge universitario, inaccettabile. Da settembre promette il collettivo continueremo a dare battaglia contro le sospensioni, contro chi limita e vuole chiudere spazi di aggregazione e socialit, e contro chi vorrebbe la zona universitaria militarizzata.

Sempre a settembre il Senato accademico decider la durata della sospensione per una decina di studenti che hanno partecipato agli scontri del 9 febbraio. La biblioteca rester aperta solo di giorno fino alla pausa estiva del 4 agosto, da settembre si ripartir con lapertura serale. La sala degli affreschi, infine, tornata a essere unaula.



news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news