LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bergamo.Caffi, museo in vetrina
Matteo Castellucci
Corriere della sera - Bergamo 20/7/2017

Via ai lavori grazie alla famiglia Natta Pesenti. Al posto dei magazzini il nuovo ingresso su piazza Cittadella

E' il pi amato dai Bergamaschi, con le sue 77 mila viste nel 2016, ma attraversando piazza Cittadella non si avverte la presenza del Caffi. Grazie a una donazione dellassociazione Amici del museo di scienze naturali, il Comune punta a invertire la tendenza.

Oggi lentrata angusta spiega lassessore alla Cultura, Nadia Ghisalberti , non ha la forza di invitare i passanti a scoprire la collezione. Verranno ripensati i primi passi dentro al museo, ristrutturando tre stanze che oggi funzionano da deposito, sulla destra dellingresso attuale. Al posto di polvere e scatoloni, strariper la luce di quattro vetrine aperte sulla piazza. Laltra parete, il fondale, connetter idealmente gli ambienti con un rivestimento di legno.

Il nuovo ingresso sorger accanto alla Porta dellOrologio che conduce su piazza Mascheroni. La porta a vetri, segnalata da uninsegna verticale della stessa altezza, si trover in corrispondenza della passerella diagonale dove sciamano i pedoni. Lobiettivo non passare inosservati. Ora il museo diventa aggressivo dice il direttore Marco Valle . Non sar pi relegato al primo piano, ma si affaccer sulla piazza con un aperitivo di ci che si vedr sopra.

Il primo locale ospiter un desk per le informazioni e gli armadietti del guardaroba. Nella seconda sala ci sar la biglietteria: il bancone custodir vani con reperti di pregio, oggi, e in futuro il merchandising del museo. Lultimo spazio servir per riunire i gruppi prima della salita dello scalone, che verr tirato a lucido pulendo la pavimentazione e sostituendo le lampade.

Il vecchio portone andr in pensione (ancora in servizio solo per laccesso dei disabili) e diventer una grande finestra. Aprir uno scorcio sul muro, immacolato, ai piedi della scalinata. Il sogno, per ora solo tale, di farne uno schermo su cui proiettare filmati visibili anche dalla piazza. Di sera, le luci resteranno accese con lintenzione di proporre anche notti al museo.

Il cantiere partir dopo lestate, per concludersi entro Natale. Lassociazione Amici del museo ha coperto interamente il costo dei lavori (si parla di alcune centinaia di migliaia di euro). Arrivano da una donazione della famiglia Natta Pesenti, in memoria di Franca, scomparsa nel 2015. a lei, uno dei volti storici dellassociazione (di cui fui presidente per 6 anni), che verr dedicato quel lungo corridoio verso il tesoro del Caffi. Un omaggio a ricordo della sua passione, dice Giorgio Perolari, presidente dellassociazione.

Speriamo sia linizio di una fase di rinnovamento per il museo, che lanno prossimo compir centanni continua Perolari . Gli oneri, per, non possono essere accollati solo ai privati. Si chiede al Comune di rinnovare almeno limpianto di climatizzazione. Il 2018 sar lanno del Caffi: festeggeremo alla grande, promette la Ghisalberti, che legge lampliamento come linizio del rilancio di piazza Cittadella, presto libera dalle auto.

Adesso i turisti finiscono per oltrepassare il museo: sfilano inconsapevoli lungo i binari della Corsarola. Solo le classi di scolari tengono in vita il rito che ha reso quel mammut un crocevia per intere generazioni di bimbi, la tappa fissa dogni giro in Citt Alta. Rompere il gap, che vede diradarsi le visite in proporzione allet, il cruccio del direttore Valle: Tutti vengono qui, ma solo da piccoli. Se i figli sono gi fra i fedelissimi, il sogno della rinascita far luccicare gli occhi anche ai genitori, con un luogo pi vivo e partecipato.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news