LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rovereto. Museo, Botta rinnova il Mart
Marika Damaggio
Corriere del Trentino 23/7/2017

Accesso attraverso parco Fedrigotti e passeggiata sopra Rovereto. Due anni di lavori

Il Mart sta studiando un nuovo collegamento con il centro di Rovereto. Avvicinando il Mart alle strutture adiacenti, articolando il traffico in modo diverso, sfruttando il giardino di corso Bettini e ideando una passeggiata che porti sopra alla citt spiega il direttore Maraniello. Lidea ricavare un nuovo accesso da parco Fedrigotti, restituendo lo spazio verde al pubblico. Il disegno nascer dal pap del Mart Mario Botta. Due gli anni di lavori previsti.

TRENTO. Per chi quotidianamente lavora nel settore, pu sembrare una banalit. Ripeterlo tuttavia importante rimarca Gianfranco Maraniello La cultura fonte di crescita individuale, ma anche ricaduta economica sul territorio. Tant che il direttore del Mart sin dallinizio del suo mandato ha ricostruito i rapporti con la citt di Rovereto, instaurando un dialogo sempre pi disteso con operatori, esercenti e categorie. Il processo di mutua-collaborazione presto far un passo ulteriore: con Provincia, universit e Comune, il museo sta studiando un nuovo collegamento con il centro destinato a rinnovare il proprio aspetto.

Avvicinando il Mart alle strutture adiacenti, articolando il traffico in modo diverso, sfruttando il giardino di Corso Bettini e ideando una passeggiata che porti sopra alla citt, allungando i tempi di fruizione. Lidea ricavare un nuovo accesso da parco Fedrigotti (ex Dame Inglesi), restituendo lo spazio verde al pubblico, cos da creare una passeggiata verso il centro e verso la collina roveretana. Una piccola rivoluzione per disegnare un itinerario fluido nelle bellezze della citt e che sar affidata alla mano di Mario Botta. Larchitetto ha gi preparato una bozza: Spinto dallentusiasmo mi ha regalato un primo schizzo, fa sapere Maraniello. Anche Giulio Andreolli, co-progettista del Mart con Botta gi stato informato.

Con 1,92 miliardi di valore aggiunto prodotto in regione, 33.700 occupati e 4.900 imprese, leco-sistema della cultura vive una stagione di pieno dinamismo. I numeri, contenuti nel rapporto Symbola-Unioncamere (Corriere del Trentino di ieri) sono ben noti a istituzioni e attori del settore. Nulla, tuttavia, accade spontaneamente. Per rendere evidente lequazione partecipazione alla cultura quindi crescita economica e turistica alle spalle ci sono chiare strategie. Il Mart ha una ricaduta importante sulla citt ricorda Maraniello, che oltre alla definizione dei contenuti prettamente artistici, con il tempo ha cercato di coinvolgere gli esercenti, in principio guardinghi. Abbiamo trasferito a tutti gli operatori le informazioni sulla programmazione, per organizzare attivit sincronizzare dice. Di pi: il mese scorso partita lApp gratuita After Mart, ideata in collaborazione con lUnione commercio di Rovereto. Lapplicazione consente ai visitatori del Mart e della Casa darte futurista Depero di individuare negozi aperti, sconti, promozioni, gadget o vantaggi dedicati.

Ma oltre ai servizi per avvicinare idealmente le diverse offerte di Rovereto, il museo intende anche intervenire a livello urbanistico. Stiamo studiando con Provincia, universit e Comune di Rovereto dei modi per collegare meglio gli spazi adiacenti al Mart e in particolare per articolare il traffico, valorizzando il giardino di Corso Bettini, oggi chiuso al pubblico, che con la sua bellezza pu diventare ingresso del museo e congiunzione diretta con il centro, grazie a una passeggiata che pu condurre anche sulla collina. Lidea infatti creare un ingresso da parco Fedrigotti. Lobiettivo spiega Maraniello amplificare la vicinanza con il cuore della citt, ma anche immaginare una camminata che offra scorci dallalto, allungando i tempi di fruizione.

Dalla bellezza dellarte alla bellezza del paesaggio. gi venuto in vista Mario Botta per verificare la fattibilit dellidea e si emozionato subito vedendo il parco racconta Maraniello Mi ha regalato dei bozzetti, lha fatto pro-bono. Il padre del Mart definir lidea in fieri con il co-progettista, Giulio Andreolli. Non c ancora alcun incarico ufficiale ma gli ideatori del Mart saranno certamente coinvolti perch si tratter di modificare in parte il progetto originario.

Oltre al nuovo accesso del Mart, lipotesi allo studio con il Comune ridisegnare i collegamenti con le altre strutture limitrofe e reimpostare la viabilit. Alla fine potremo parlare di polo-Mart, riflette ancora Maraniello.

Chiarito nel dettaglio il perimetro progettuale, si passer allappalto vero e proprio. Lintento arrivare alla realizzazione entro il prossimo biennio. Musei come il nostro, inseriti in un territorio simile anzich in unarea metropolitana, hanno il compito di dialogare con il paesaggio, spiega il direttore del Mart. Il binomio cultura-turismo diventa quasi inevitabile. Resta tuttavia un avvertimento: se organizzare al meglio la collaborazione con gli operatori economici la strada da percorrere, non va smarrita la vocazione primaria. La rendicontazione fondamentale premette Maraniello ma ricordiamo che ci sono realt che non si legittimano solo per il profitto.

Anche nel caso delle sponsorizzazioni, Maraniello spiega che in fase di stesura un nuovo piano. Non puntiamo solo alla pubblicit conclude il direttore del Mart piuttosto intendiamo ideare progetti comuni, una sorta di co-marketing con imprese e aziende.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news