LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. La nuova vita del Castello tra ristoranti, bar e paradisi per podisti
Alessandra Troncana
Corriere della Sera - Brescia 23/7/2017

Il problema del Castello avvicinare il colle Cidneo alla citt e per farlo serve coraggio. A pensarlo i ricercatori che lUniversit ha raccolto per una summer school attorno ad una idea: dare lassalto alla fortezza, renderla pi accessibile, abbattere le barriere. Cos si parte valorizzando i giardini della Pusterla, creando percorsi per runner portando sul colle bar e ristoranti.

ivise: nessuna. Gradi: neppure. Sono armati solo di matite. Lesercito della bellezza ha invaso il Castello. Il loro arsenale: penne e block notes. La strategia di attacco nel titolo della Summer School dellUniversit di Brescia: Universal design and sustainable tourism: Cidneo hill and its Castle in Brescia (Design universale e turismo sostenibile, il colle del Cidneo e il suo Castello a Brescia). Alberto Arenghi, coordinatore del progetto e delegato del rettore Maurizio Tira per le disabilit, ha reclutato 18 studenti (italiani e stranieri, cinque arrivano dal Messico) e chiesto loro di pensare a come rendere espugnabile la fortezza: bozze, disegni e suggestioni sono in mostra nel dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e Matematica.

Abbiamo messo in evidenza laccessibilit a 360 gradi: cultura e comunicazione, oltre alle barriere architettoniche. Qualcuno ha usato lespressione attacco al Castello: il nostro fine era intraprendere una strategia che consenta di espugnarlo fa sapere il professore. Lesercito stato diviso in quattro gruppi: a ognuno, stata assegnata una zona del colle. I giardini della Pusterla e il vigneto Capretti, larea intorno al metr e quella vicino a Santa Giulia, Teatro romano e parco archeologico. In pochi giorni, i ragazzi hanno fatto alcune osservazioni che io, da bresciano, non avevo mai considerato: per fare in modo che i turisti si avvicinino al Castello, bisogna iniziare a portarli alle pendici, incoraggiandoli a salire con qualcosa di attrattivo. Bar e ristoranti, per, sono abbastanza distanti dai collegamenti con il Castello. A indurre il pubblico in tentazione potrebbe bastare qualche frase: Si potrebbe spiegare il Risorgimento con dei cartelli in piazzetta Tito Speri. Tra ore in aula e lezioni ex cathedra con storici dellarte, antropologi, esperti di marketing, turismo e conservazione, linguisti e progettisti, la marcia degli studenti proseguita fino in cima: Senza addentrarci troppo nei dislivelli, rispetto ai quali ci sono gi stati progetti che per non hanno mai visto la luce dice il professore abbiamo definito un possibile uso degli spazi allaperto, considerando il Castello e il Cidneo come un unicum. Un gruppo ha lavorato sui giardini della Pusterla, per ridare senso al parco negletto: se collegato con via Musei, potrebbe diventare uno sfogo per il museo stesso, ma potrebbe essere anche facilmente connesso al vigneto Capretti.

Trasferiti gli animali dallo zoo, nella zona si entrer con le scarpette da corsa. Visto che i percorsi salute attuali sono scavati nella roccia e c il rischio di rompersi un piede, si potrebbe pensare a un percorso per runner. Ma in generale, abbiamo pensato ai servizi. Si spieghi: Mancano panchine, toilette, ristoranti. Sarebbero un primo passo per creare labitudine al Castello nei bresciani: se iniziassero a frequentarlo, diventerebbero le prime guide.

Orti urbani, rapaci nelle gabbie, nuovi cartelli, unapp, un palco permanente nella fossa: Brescia Musei ha gi un progetto per il Castello. In cui incluso un ristorante nella palazzina Haynau: potrebbero esserci pennette alla Serenissima nel menu. Se qualche coraggioso iniziasse con laprire un ristorante, il resto verrebbe facilmente: bus navetta, per esempio, e altri operatori.

Le armi non andranno deposte: Per un bambino, il Museo delle Armi noiosissimo: andrebbe ripensato. Ma abbiamo anche pensato a uno spazio per raccontare e assaggiare i vini della Pusterla e della Franciacorta, e a un altro ancora dedicato al medolo, di cui fatto il Castello, e alle altre pietre tipicamente bresciane. Uno storytelling della nostre peculiarit.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news