LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - La merce griffata nella piazza dove Savonarola bruciava libri
Tomaso Montanari
Repubblica Firenze, 23 luglio 2017



La montagna di merce griffata, contraffatta e sequestrata, allestita in Piazza della Signoria certo la migliore di tutte le installazioni che vi hanno avuto luogo per volere di questa amministrazione. Perch non c niente di pi efficace per rappresentare labisso morale della nostra societ, oltre allo smarrimento di quello che un tempo era un partito di sinistra. Proprio in quella piazza Girolamo Savonarola bruciava i libri e i quadri da lui giudicati osceni, o pagani. E lui stesso vi fece unidentica fine. E dunque perfetto che oggi in quel luogo si celebri il (simbolico) rogo di ci che viola lunica nostra religione: il mercato, e, per Firenze, in particolare

il mercato del lusso, lideologia del brand (il brand a cui ridotta la nostra stessa citt), la dipendenza collettiva dai bisogni indotti della moda, intesa come simbolo di distinzione per censo. La religione del mio tempo una meravigliosa poesia in cui Pier Paolo Pasolini descrive il ferreo dominio del dogma del consumo: ed questa la religione cui obbedisce linquisizione che ha esposto al pubblico ludibrio lunico peccato senza remissione, l eresia contro il brand.
Ammettiamo che sia giusto tornare ad usare le piazze come luoghi della gogna. Siamo sicuri che non sarebbero altri i reati pi meritevoli ? Non labusivismo edilizio, linquinamento doloso, lo sfruttamento del lavoro nero, levasione fiscale, la corruzione politica? Davvero ci che pi di tutto minaccia la nostra societ la contraffazione di una borsa di Gucci, o di un paio di scarpe di Prada ?
Personalmente non riesco a provare alcuno sdegno morale verso chi falsifica il supporto materiale di un falso bisogno.Se siamo cos sciocchi, accalappiati e superficiali da pagare a caro prezzo la distinzione astratta di un marchio, come possiamo prendercela con chi ci punisce con l nostre stesse armi?
E un problema di legalit, dice il sindaco: dichiarandosi di sinistra. A me sono venute in mente le parole di don Ciotti, che ha un altro modo per essere di sinistra:Oggi c molta legalit di facciata, che non ha alcun legame con la giustizia. C il rischio di fare della legalit un idolo, uno strumento non di giustizia ma di potere.
Il sindaco ha anche detto che riterrebbe giusto che un migrante sorpreso a vendere una borsa contraffatta si vedesse ritirare il permesso di soggiorno.
Immaginiamoci un ventenne senegalese che arriva in Italia su un barcone, quindi si trova a vendere a un italiano una borsa prodotta in Italia che ne imita unaltra prodotta in Italia: senza riuscire a capire cosa ci spinge a spendere per loriginale di quella borsa una cifra con cui la sua famiglia vivrebbe per un anno o pi, n a capire perch sempre noi ne facciamo una finta, e poi ancora noi ce la compriamo. E mentre e non capisce niente di questo groviglio di bestialit, quel ragazzo si trova espulso dal magnifico Paese della moda, e riconsegnato a un destino di miseria. Perch si sa, le regioni esigono sacrifici: e la religione del mercato e del brand quella a cui sacrifici piacciono umani.




news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news