LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BAGNOLI, NODI IRRISOLTI NEL PIANO E IL RUOLO DI INVITALIA SPROPORZIONATO
ALESSANDRO DAL PIAZ
22 luglio 2017 LA REPUBBLICA




BENE ha fatto il sindaco de Magistris a sottoscrivere l'intesa con governo e Regione, cos eliminando un possibile tema polemico nella vicenda di Bagnoli. Con tale accordo i tre soggetti istituzionali, "ai fini dell'aggiornamento del Programma di risanamento ambientale e riqualificazione urbana del Comprensorio di Bagnoli-Coroglio, da adottare secondo le modalita` dell'articolo 33" dello SbloccaItalia, dichiarano di concordare su indirizzi, proposte e tempi riassunti negli allegati (che va rilevato registrano qualche modifica rispetto alle prime proposte di Invitalia) e si impegnano a individuare e destinare, ciascuno per le proprie competenze, risorse finanziarie per la relativa attuazione nel rispetto del cronoprogramma, costituendo un tavolo tecnico comune per definire priorit e modalit tecniche. Eventuali ulteriori modifiche concordate potranno apportarsi al Programma secondo quanto stabilito dal citato art. 33 (che attribuisce comunque ogni decisione a commissario di governo e soggetto attuatore, cio Invitalia).

La realt dei fatti ha dimostrato che il problema complesso e complicato, del tutto inadatto ad essere affrontato come un compito di decisionismo ingegneristico. Lo SbloccaItalia si cos implicitamente confermato un provvedimento demagogico e mistificante.

Ma ci sono ulteriori punti specifici su cui riflettere.

Il contenuto programmatico- progettuale dell'intesa ha ancora diversi aspetti indefiniti. La caratterizzazione dei suoli non conclusa e perci non sono ancora determinate le modalit e l'entit delle bonifiche. Per la mobilit ed i trasporti pubblici si prospettano quattro alternative fra cui si dovr, poi, scegliere. Il dimensionamento del porto turistico non ancora definito. Nell'ex acciaieria i cospicui volumi ora disponibili per gli investimenti privati di riuso hanno una destinazione assai ambigua: attivit culturali e commerciali; poich le due funzioni sono disomogenee e, talora, proprio incompatibili, la decisione delle aliquote e dei modi non sar banale. Idis apre una vertenza non semplice in rapporto agli accordi precedenti con il governo sulla ricostruzione del Museo della Scienza. Non sono noti i tempi e le prospettive concernenti le aree sequestrate dalla magistratura. Nisida, tutelata da decenni da un vincolo paesaggistico e gi dichiarata "sito di interesse comunitario" nel contesto di Rete Natura 2000, tuttora fuori dal sito di interesse nazionale (Sin) oggetto del commissariamento e farvela rientrare comporter forzature non da poco.

In questa situazione, il cronoprogramma assegna il primo posto dopo la bonifica dei suoli al porto: non torno ad elencare i motivi che mi fanno giudicare un gravissimo errore la sua localizzazione a Nisida, ne ho gi scritto su queste pagine. Ma davvero singolare, mi sembra, che si voglia dare la massima priorit a un intervento, non ancora ben chiaro, intrinsecamente speculativo.

E, soprattutto, l'intesa, sottoscritta ora da tutte le istituzioni coinvolte, conferma quale paradigma per il futuro le modalit fin qui praticate: Invitalia e commissario ad elaborare e decidere sulle scelte, limitandosi a consultare sindaco e presidente regionale, senza alcun trasparente coinvolgimento n della cittadinanza, n dei soggetti sociali organizzati e neppure delle assemblee elettive, trattate soltanto come organi da informare del deciso. La logica della partecipazione imporrebbe un confronto fra gli interlocutori, che hanno il diritto non solo di dire la loro, ma anche di ascoltare i motivi per i quali eventualmente non se ne accolga il punto di vista da chi ha l'autorit democratica per farlo.

Considerando la rilevanza di quanto si immagina di realizzare nel Sin interventi costosi e in massima parte non reversibili, la cui portata incider non solo sulla citt di Napoli ma anche su gran parte della sua area metropolitana , affidare il ruolo cruciale ad un soggetto come Invitalia, tenuto a rispettare soltanto logiche di tipo aziendale, per di pi per un arco di tempo che copre almeno due consiliature comunali e metropolitane, si conferma profondamente inopportuno.

Ora che il campo appare sgombro da contrapposizioni pregiudiziali, non finalmente il caso che il governo corregga lo SbloccaItalia separando la bonifica, commissariata, dalla rigenerazione urbana, restituendola agli organismi elettivi locali?






news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news