LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sulle cave il Tar ci d ragione: esulta Rossi
23 luglio 2017 il tirreno



MASSA-CARRARA La cave delle Apuane ora devono rispettare le regole regionali che noi abbiamo voluto. una vittoria per l'ambiente e per il lavoro. Il presidente Enrico Rossi commenta con soddisfazione la sentenza del Tar della Toscana depositata venerd con cui la prima sezione ha respinto il ricorso promosso da una societ di escavazione delle Apuane (la Barsi Marmi di Pietrasanta, assistita dagli avvocati Cristina Carcelli e Nicola Giallongo) contro il Pit-piano paesaggistico approvato dalla Regione d'intesa con il Mibac, riconoscendo la legittimit delle scelte operate dalla Regione con il Piano in riferimento all'attivit di cava. Il piano paesaggistico della Regione Toscana era stato impugnato dai cavatori - ricorda Rossi - La scorsa sera stata pubblicata la prima sentenza del Tar Toscana. I ricorsi sono respinti e il Pit piano paesaggistico legittimo nella disciplina dell'attivit estrattiva. Sono legittimi il divieto di non cavare sopra i 1. 200 metri, l'obbligo della valutazione di compatibilit paesaggistica, l'obbligo dei piani di bacino, la previsione dell'obiettivo della filiera corta. Insomma - conclude il presidente - un piano legittimo che i cavatori devono rispettare. stato un grande lavoro, che ora dobbiamo continuare. Positivo anche il commento di Vincenzo Ceccarelli, assessore a infrastrutture e governo del territorio (tra le sue competenze ha anche le cave): Questa sentenza la conferma della correttezza e legittimit dell'azione della Regione, che non vuole penalizzare le attivit di escavazione, ma con lungimiranza ha voluto introdurre nuove regole che comportano una lavorazione maggiormente compatibile e rispettosa di un ambiente unico e non riproducibile, cercando nel contempo di dare importanza al lavoro e di esaltare il valore aggiunto di una materia cos preziosa come il marmo, attraverso una maggiore lavorazione in loco, volta anche ad accrescere l'occupazione. A questo punto - aggiunge Ceccarelli - ci aspettiamo che tutti rispettino regole che sono semplicemente regole di civilt, oltre che di corretta operativit. Questi i punti pi significativi della sentenza del Tar. Il piano regionale legittimo perch risponde alle finalit previste dal decreto lgs n. 42/2004 di impedire o ridurre le trasformazioni irreversibili dei tratti naturalistici delle montagne Apuane; la previsione del piano di bacino legittima perch questo configurato come strumento attuativo del piano paesaggistico per entrare nel dettaglio del singolo bacino estrattivo e definire con la maggior precisione possibile le quantit sostenibili, le localizzazioni delle nuove attivit estrattive e gli interventi di riqualificazione paesaggistica, il tutto con una visione unitaria dell'intero bacino. E ancora: il piano non abroga l'attivit estrattiva ma la disciplina in relazione al forte impatto che essa assume nei confronti dei beni paesaggistici; legittimo l'obiettivo di raggiungere nel 2020 almeno il 50% delle lavorazioni in "filiera corta" , perch questo risponde alla finalit del perseguimento dello sviluppo sostenibile; legittima la previsione della compatibilit paesaggistica degli interventi; il divieto di attivit estrattiva sopra i 1.200 metri, valevole anche per le cave sotterranee, risponde alla finalit di tutelare un aspetto del paesaggio, e non rileva solo l'aspetto esteriore della montagna, ma anche l'integrit delle sue falde acquifere e la stabilit dei versanti.




news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news